Vaccini, così accelera la campagna a Bari: prenotazioni anticipate per J&J e AstraZeneca

Vaccini, così accelera la campagna a Bari: prenotazioni anticipate per J&J e AstraZeneca
Più informazioni:
La Repubblica ECONOMIA

Vaccini, così accelera la campagna a Bari: prenotazioni anticipate per J&J e AstraZeneca di Cenzio Di Zanni. (ansa). Per il siero J&J primi slot disponibili dal pomeriggio di lunedì 7 giugno alla Fiera del Levante e da mercoledì 9 in tutti gli hub della provincia

(La Repubblica)

La notizia riportata su altre testate

Muore dopo AstraZeneca: ora gli avvocati vogliono andare fino in fondo. I legali della famiglia hanno reagito duramente alla volontà della Procura di archiviare l’inchiesta. Alcuni giorni dopo la somministrazione, l’insegnante ha cominciato ad avere forti mal di testa e stato confusionali. (CheNews.it)

I giovani, in particolare le donne, non dovrebbero essere vaccinati con AstraZeneca e Johnson & Johnson. L’appello si fa particolarmente urgente in occasione degli open days aperti a tutte le fasce di età, compresi maturandi, che si stanno tenendo in tutta Italia, infrangendo le raccomandazioni dell’Aifa di riservare il vaccino AstraZeneca agli ultrasessantenni”. (Meteo Web)

"E' necessaria una riflessione" considerati gli effetti collaterali e il mutato quadro epidemico. In Italia, come è noto, il vaccino AstraZeneca è raccomandato per i soggetti over 60: nelle ultime settimane, i sempre più frequenti 'open day' hanno avvicinato fasce più giovani al vaccino. (Adnkronos)

"Sospendere immediatamente AstraZeneca e J&J per fasce più giovani", gruppo di medici lancia l'allarme

"I vaccini in vacanza sono più uno spot che una necessità", ma c'è già "una flessibilità nella prenotazione della seconda dose", ha aggiunto L'ulteriore riflessione, dice Locatelli, si rende necessaria soprattutto dopo il caso di trombosi individuato recentemente: una ragazza di 18 anni è in condizioni gravi. (Tiscali.it)

Lo dice coordinatore del Cts e presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli, a Rainews24. L'ulteriore riflessione, dice Locatelli, si rende necessaria soprattutto dopo il caso di trombosi individuato recentemente: una ragazza di 18 anni è in condizioni gravi. (Adnkronos)

L’Aifa non ha fornito dati a sufficienza sulle vaccinazioni con AstraZeneca e Johnson & Johnson: non abbiamo dati disaggregati per fascia d’età e per sesso. Sospendere immediatamente le vaccinazioni per i giovani con AstraZeneca e Johnson & Johnson. (Calabria 7)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr