America Latina: la recensione

Nocturno CULTURA E SPETTACOLO

Elio Germano passa con facilità e maestria dall’essere il capo famiglia brutale e indifferente di Favolacce al padre sensibile, fragile e inquieto di America Latina, una straordinaria prova d’attore per l’interprete romano in due film opposti ma simili.

America Latina è un film del 2021 diretto da Damiano e Fabio D’Innocenzo.

Presentato allo scorso Festival di Venezia dove concorreva per il Leone d’Oro, America Latina è un thriller psicologico dalla natura mista, a onor del vero la sua migliore qualità. (Nocturno)

Ne parlano anche altri giornali

A scanso di equivoci, America Latina non è proprio una commedia leggera con cui distrarsi da ansie e paure, ma un ricercato oggetto filmico davvero angosciante. (Il Fatto Quotidiano)

Come in Favolacce, alla fine anche questo film sta tutto nel titolo: America Latina è un inganno, la prima doppiezza che la regia sottolinea con la mano pesante. America Latina dunque si scopre subito: è un film sul doppio, e d’altronde che altro può essere un film girato da due gemelli. (Rivista Studio)

Basterebbe percorrere le stradine tra il mare e la Pontina per essere stregati da quel paesaggio di campi senza fine, tra rari casolari risalenti alla bonifica e la presenza sempre incombente della centrale nucleare. (Il Manifesto)

I Verdena hanno diffuso in streaming la prima traccia strumentale dalla colonna sonora di America Latina, nuovo film dei Fratelli d’Innocenzo che da oggi è nelle sale italiane. Il nuovo album dei Verdena sarà, come detto, il successore di Endkadenz Vol. (SentireAscoltare)

[…] Per la serie che stiamo preparando invece abbiamo preso come location manager un reporter di guerra, per dire di quanto e come è importante de-linearizzare. Vi terremo aggiornati! (BadTaste.it)

Il film è prodotto da Lorenzo Mieli per The Apartment e Vision, in co-produzione con Le Pacte, in collaborazione con Sky I Fratelli D’Innocenzo e Eloi Germano parlano di «America latina», il terzo film dei gemelli romani, presentato in concorso alla 78. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr