Regeni: pm, senza risposta 39 rogatorie all’Egitto su 64

Regeni: pm, senza risposta 39 rogatorie all’Egitto su 64
LaPresse INTERNO

È quanto evidenzia il pm Sergio Colaiocco nel corso dell’udienza a Rebibbia

(LaPresse) – Trentanove delle 64 richieste di rogatoria inviate dall’Italia in Egitto nell’ambito delle indagini sulla morte di Giulio Regeni, sono rimaste senza risposta.

Roma, 14 ott.

(LaPresse)

Su altre testate

Il governo si costituisce parte civile nel processo per l’omicidio di Giulio Regeni che si apre giovedì 14 ottobre 2021 a Roma. Per il caso Regeni si è fatto e scoperto tantissimo. (Vanity Fair Italia)

Il processo Regini a Roma. Disposta a parlare al processo è anche Maha Abdelrahman, professoressa e tutor dell’Università di Cambridge di Regeni. (Friuli Oggi)

Ha poi provato a dare lui lezione Il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha scelto la tempistica peggiore: a 24 ore dall’apertura del processo in Italia a quattro membri dell’Nsa, la National Security egiziana, accusati dalla Procura di Roma del rapimento e l’omicidio del ricercatore Giulio Regeni, lui era a Budapest, ospite del gruppo Visegrad, a dire all’Europa che sui diritti umani non accetta lezioni. (Il Manifesto)

Regeni: presidenza Consiglio si costituisce parte civile

Dopo quasi sei anni, al via il processo per la morte di Giulio Regeni. La loro identità è ancora protetta, ma anche questo pone un ulteriore problema, nota ancora Repubblica (Open)

In Egitto c'è un potere che non si sottomette a nessun diktat".Un appello per cercare la verità, alla vigilia del processo, è stato fatto dal presidente della Camera Roberto Fico. Restiamo tutti uniti, istituzioni e comunità, per la ricerca di questa verità" (Rai News)

Lo comunica palazzo Chigi (LaPresse) – La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha deciso di costituirsi parte civile nel processo sull’omicidio di Giulio Regeni. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr