“Tutti gli Stati riconoscano le unioni lgbt e i diritti dei genitori”

“Tutti gli Stati riconoscano le unioni lgbt e i diritti dei genitori”
Altri dettagli:
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Tocca adesso alla Commissione europea intervenire per difendere il principio del mutuo riconoscimento delle relazioni familiari.

Tra gli italiani gli eurodeputati della Lega e di Fratelli d’Italia hanno votato contro, mentre a favore del testo si sono espressi Pd, M5s, Italia Viva.

A chiederlo è una risoluzione approvata dal Parlamento Ue con 387 voti favorevoli, 161 contrari e 123 astensioni.

“Le tante petizioni presentate dai cittadini europei sul tema sono storie di un apartheid moderno che si consuma dentro i confini europei. (Il Fatto Quotidiano)

Ne parlano anche altre fonti

«Siamo convinti – prosegue Fidanza – che l’Unione non debba interferire in queste materie e che si debba rispettare l’autonomia degli Stati membri Sì da Partito democratico, Movimento cinque stelle e Italia viva, mentre Forza Italia si è divisa tra voti favorevoli, contrari e astensioni. (Il Riformista)

L'Europarlamento, votando una risoluzione, chiede a tutti gli Stati Ue di rimuovere tutti gli ostacoli che le persone Lgbtiq affrontano nell'esercitare i loro diritti fondamentali. Gli eurodeputati della Lega e di Fratelli d'Italia hanno votato contro la risoluzione. (la Repubblica)

1) Confronto fra famiglie padre-madre e dello stesso sesso riguardo ai problemi emotivi in %. I maggiori problemi emozionali dei bambini cresciuti in famiglie dello stesso sesso vengono confermati anche da studi filo LGBT dopo che sono stati depurati degli errori di campionamento (Sullins 2015, 2017). (Radio Spada)

L'Unione Europea vuole che tutti i suoi Stati riconoscano le unioni Lgbt

Tutto questo deve finire e il Parlamento Europeo la pensa allo stesso modo tanto che ha approvato una risoluzione per chiedere a tutti i Paesi di riconoscere le unioni tra persone dello stesso sesso registrate negli Stati membri. (Yahoo Finanza)

Diritti Civili Parlamento UE: i paesi membri riconoscano le unioni LGBTQ Nel testo gli eurodeputati esortano tutti i gli Stati membri a riconoscere come genitori legali gli adulti menzionati nel certificato di nascita di un bambino. (Rai News)

L’Unione europea non ha competenza per le politiche familiari, che sono e devono rimanere prerogativa degli Stati nazionali”, ha risposto il capo delegazione di Fdi-Ecr, Carlo Fidanza Inoltre, si esortano tutti i Paesi Ue a riconoscere come genitori legali gli adulti menzionati nel certificato di nascita di un bambino. (La Voce di New York)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr