La serie A torna a 16 squadre. Cremona e Roma in bilico, Torino in stand by

La serie A torna a 16 squadre. Cremona e Roma in bilico, Torino in stand by
Il Gazzettino Il Gazzettino (Sport)

Allo stesso modo, la Supercoppa italiana, il grande evento cui la Lega sta lavorando per aprire la nuova stagione, sarà a sedici squadre.

“Con Cremona e Roma siamo in costante aggiornamento e ci auguriamo che possano risolvere il prima possibile le loro problematiche - aggiunge Gandini -.

Su altre testate

La Lega non fa fuori Torino, ma è Torino che non sarebbe ripescata. Intervista sull’edizione torinese de la Repubblica per Stefano Sardara, che ha fatto il punto della situazione sulla vicenda relativa al ripescaggio in A della Reale Mutua Torino. (Sportando)

La diciottesima. I grandi rifiuti. Le ragioni del no. Il dopo-Covid. L’assemblea. Dopo i no in serie di Verona, Napoli, Forlì, Trapani, la Legabasket ha deciso di abbassare il telefono. Il regolamento non consente allo stesso proprietario di possedere quote di maggioranza di due club della stessa serie. (La Repubblica)

Il rifiuto delle società è stato dettato anche da una ragione collegata al credito d’imposta. Intanto come si muoverà l’A2, con 27 aventi diritto e un ripescaggio di Cento che sembra inevitabile? (Basketinside)

Dalle colonne di Tuttosport arrivano le parole di Stefano Sardara, patron della Reale Mutua Torino, in merito alla situazione ripescaggio in Serie A della squadra piemontese. Spero che nell’Assemblea di domani Roma e Cremona dicano quali sono le loro intenzioni, perché se decidessero di giocare in A ci metteremmo il cuore in pace. (Sportando)

In una lunga intervista concessa ad Il Corriere dello Sport, Stefano Sardara, Presidente della Dinamo Sassari, ha parlato della nuova squadra femminile che parteciperà al campionato di Serie A1. (Basketmarche.it)

Se da qui al 31 luglio questo percorso non sarà completato e se Roma o Cremona non dovessero completare l’iscrizione, penso che non sarà impossibile ottenere una deroga per permettere a Torino di risolvere il problema». (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti