Speranza dagli Usa. Primo farmaco per l'Alzheimer

Speranza dagli Usa. Primo farmaco per l'Alzheimer
Approfondimenti:
laProvinciaOnline.info SALUTE

“Questo nuovo farmaco” continua Rossini, “è il primo in grado di interferire con uno dei tanti ‘killer’, la proteina beta-amiloide ma per quello che ricordo ha potenziali effetti collaterali come microemorragie cerebrali

“Oggi è una giornata storica – commenta su Twitter il virologo Roberto Burioni -.Approvato da FDA il primo farmaco efficace contro il morbo di Alzheimer”.

Si tratta del primo trattamento che interessa il decorso e non si limita ad aggredire i sintomi della demenza. (laProvinciaOnline.info)

Se ne è parlato anche su altri giornali

L’ente che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici degli Stati Uniti d’ America, crede nelle potenzialità di un nuovo farmaco. Una nuova speranza di rallentare il decorso della malattia di Alzheimer proviene dall’America. (SpyNews.it)

L’Aduhelm sarebbe il primo farmaco a intervenire non solo sui sintomi ma in modo diretto sui meccanismi fisiologici dell’insorgere della malattia, ovvero la formazione di placche betamiloidi sul cervello. (Gazzetta di Modena)

Una storia tormentata. Aducanumab è il primo farmaco approvato per la malattia d’Alzheimer da diciotto anni a questa parte. “Le ricerche dimostrano che la prima formazione della proteina amiloide avviene addirittura 19 anni prima dei sintomi clinici” (AboutPharma)

Aduhelm, la Fda Usa approva nuovo farmaco contro l’Alzheimer dopo 20 anni

“E’ il primo farmaco dopo vent’anni che sembra poter aiutare i malati, ma non sarà per tutte le persone colpite da Alzheimer” spiega Paolo Maria Rossini, direttore del Dipartimento di neuroscienze-neuroriabilitazione dell’Irccs San Raffaele Roma. (Momento Italia)

Tale decisione, pur se non condivisa da tutta la comunità scientifica internazionale, giunge dopo anni di ricerche infruttuose e di fallimenti di studi clinici mirati alla cura della principale causa di demenza e apre uno scenario nuovo. (Panorama della Sanità)

Svolta nella lotta contro l'Alzheimer: la Fda statunitense ha dato il via libera a un nuovo farmaco contro la malattia a distanza di 20 anni dall’ultima terapia approvata. Una decisione di portata storica ma che lascerà dietro di sé una scia di polemiche e contestazioni. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr