Borsa, Piazza Affari riapre cauta dopo la pausa di Pasqua

Borsa, Piazza Affari riapre cauta dopo la pausa di Pasqua
Cronachedi.it - Il quotidiano online di informazione indipendente ECONOMIA

Sprint di Inwit. Osservando le performance dei singoli titoli del listino principale di Piazza Affari, la migliore della giornata è Inwit che ha chiuso in crescita di quasi il 3%.

Sempre più proiettata verso quota 10 euro (chiusura a 9,71 euro).

Nella prima seduta dopo lo stop per le festività di Pasqua, l’indice Ftse Mib ha terminato gli scambi in rialzo dello 0,21% a quota 24.761,12 punti.

Nel pomeriggio, con l’avvio guardingo di Wall Street, sono stati limati i guadagni visti in mattinata. (Cronachedi.it - Il quotidiano online di informazione indipendente)

La notizia riportata su altre testate

Piazza Affari dimezza il rialzo segnato in apertura e guadagna lo 0,42% a 24.812 punti, frenata da Terna (-3,15% a 6,21 euro) mentre corre Cnh (+2,72% a 13,6 euro), in attesa di novità sul fronte delle trattative con la cinese Faw per la cessione di Iveco. (gazzettadimilano.it)

Si tratta di due voli giornalieri con Catania e Palermo. Sale lo . (Zazoom Blog)

“È un segnale di grande responsabilità la sigla stasera del Protocollo nazionale sulle vaccinazioni nei luoghi di lavoro, così come anche, la revisione ed aggiornamento del Protocollo condiviso del 24 aprile 2020”. (Yahoo Finanza)

Borsa: Milano lima guadagni (+0,3%) con Wall Street stabile

Borsa Milano oggi: in evidenza Cnh, Leonardo, Enel. Sulla Borsa italiana bene le azioni Enel, sugli scudi (+2,7%) in un comparto delle utilities oggi volatile e contrastato: sul fondo Terna cede quasi il 3%. (Notiziario Finanziario)

In luce LEONARDO che guadagna oltre il 2% dopo che Morgan Stanley ha rivisto al rialzo il giudizio a “overweight” con un target price di 8,30 euro. In evidenza anche Cnh Industrial, in rialzo del 2,5%, Buzzi Unicum (+1,3%) e Pirelli a +1,5% in recupero dopo i recenti ribassi. (FX Empire Italy)

Contribuiscono a sostenere i mercati, dove l'Eurostoxx 600 è tornato sui livelli precedenti i crolli visti a inizio febbraio 2020 in Cina per il covid, anche le stime diffuse in giornata del Fmi sul Pil mondiale, previsto quest'anno in crecita del 6%. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr