Altro che primule: Israele inventa i bar dei vaccini

Altro che primule: Israele inventa i bar dei vaccini
Più informazioni:
Nicola Porro ESTERI

In Israele sono stati immunizzati 4.138.000 cittadini, ovvero il 45,3% della popolazione, dei quali 2.762.000, il 30,2%, ha ricevuto anche la seconda dose.

Anche se, naturalmente, per questi ultimi, ci saranno delle limitazioni almeno fino a quando non saremo fuori dalla pandemia

In angoli dedicati dei vari locali, sono state installate piccole zone dove un infermiere vaccina chiunque non sia stato ancora immunizzato e voglia farlo. (Nicola Porro)

Ne parlano anche altri giornali

Vaccino, l'esperimento "Israele". Da oggi in Israele riaprono anche i centri commerciali, ma con una capienza massima del 30 per cento La decisione è stata presa dopo che il ministero della Sanità israeliano ha detto di ritenere altamente efficace la copertura offerta dal vaccino Pfizer/BioNTech. (Today.it)

Israele ha il tasso di vaccinazione più alto al mondo: più del 49% delle persone ha, infatti, ricevuto almeno una dose del siero anti Covid. Le autorità hanno definito questo passaggio come "il primo stadio del ritorno a una vita normale". (Fanpage.it)

Il passaporto vaccinale è realtà. Tra le tante discussioni, valutazioni, i pro e i contro, c'è chi lo ha già adottato. (Giornale di Sicilia)

Covid, Israele allenta restrizioni dopo il successo del vaccino

Con il 50 percento degli abitanti vaccinati contro il Covid, Israele ha istituito un certificato che consente di accedere a locali e servizi: un modello che potrebbe diventare standard internazionale. Palestre, hotel e piscine, ma anche eventi pubblici, sportivi o culturali, tornano accessibili per il popolo israeliano, che sta già pregustando il graduale ritorno alla normalità. (GiocoNews.it)

Ma ciò che Israele può fornire è un buon modello per la distribuzione dei vaccini”. I sondaggi accreditano la nuova formazione di destra di almeno 20 seggi contro i 27 del Likud. (Servizio Informazione Religiosa)

Da oggi, infatti, potranno aprire negozi, biblioteche e musei anche se restano obbligatorie le misure legate a distanza sociale e uso delle mascherine. Israele sta allentando le restrizioni e i blocchi dovuti alla pandemia dopo che gli studi effettuati hanno rivelato che il vaccino Pfizer è efficace al 95,8% nel prevenire ricoveri e morti. (Il Giorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr