Nube tossica da Airola a Napoli, l'Ordine dei Biologi scrive ai sindaci: «Allerta massima per la salute»

Nube tossica da Airola a Napoli, l'Ordine dei Biologi scrive ai sindaci: «Allerta massima per la salute»
ilmattino.it INTERNO

La nube tossica che si è sprigionata dal'incendio che ha devastato il deposito di materiale plastico della ditta Sapa ad Arpaia, nel Beneventano al confine con la provincia di Caserta, e che sfruttando i venti si è estesa nel raggio di alcuni chilometri verso il nolano e da qui fino a Napoli, «rappresenta un grave pericolo per la popolazione».

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati

A sostenerlo è il presidente dell'Ordine nazionale dei Biologi Vincenzo D'Anna che in serata ha. (ilmattino.it)

Su altri giornali

Materiali che hanno alimentato una grossa nube di fumo nero che nel pomeriggio di ieri ha avvolto l’intera Valle Caudina. Dall’area escono ancora i mezzi dei pompieri impegnati a spegnere gli ultimi focolai e a mettere in sicurezza la struttura. (NTR24)

L'Arpac sta inoltre procedendo a installare un campionatore ad alto flusso per la determinazione della concentrazione di diossine e furani aerodispersi. I risultati delle attività in corso saranno pubblicati non appena disponibili (Ottopagine)

Il vento spira da nord est in queste ore e dovrebbe aumentare in serata come da bollettino meteo. La presenza del fumo e tale che anche su Google il meteo in tempo reale segnala la presenza di fumo (Positanonews)

VIDEO: CONTINUA SUL MOTTARONE IL LAVORO DEI VIGILI DEL FUOCO PER LA RIMOZIONE DELLA CABINA PRECIPITATA

Non sono state coinvolte persone nell’incendio e le cause sono ancora da accertare da parte degli inquirenti Un vigile del fuoco ricoverato in ospedale per intossicazione, scuole chiuse, l’invito ai residenti a tenere chiuse le finestre e danni ingenti all’azienda. (EdizioneCaserta)

Ancora ignote le cause del rogo con la nube tossica che, a causa del forte vento, ha raggiunto anche Caserta e Napoli. Nube tossica fino a Napoli: aria irrespirabile. L’alta colonna di fumo nero si è alzata in cielo ed è visibile anche a diversi chilometri di distanza, città di Napoli compresa. (Il Riformista)

Oggi le squadre hanno iniziato la costruzione di una struttura in tubi d’acciaio nell’area dove sono posizionati i resti della funivia. Questa struttura sarà necessaria per stabilizzare e successivamente rimuovere con l’elicottero la cabina nei prossimi giorni (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr