Serie A, pronti a giocare a luglio e agosto

Tuttobolognaweb Tuttobolognaweb (Sport)

Poi il calendario, chiudere molto tardi la stagione 2019/2020 vorrebbe dire influenzare anche il calendario della stagione successiva, una specie di effetto domino che qualcuno in Lega vorrebbe evitare.

Se ne è parlato anche su altri media

Gravina: "Priorità è finire il campionato. Dobbiamo essere consapevoli e coscienti che per definire il nostro campionato ci servono 45-60 giorni. (TUTTO mercato WEB)

Mentre le parti sembrano divise tra chi spera di tornare a giocare, e chi invece pensa già alla prossima stagione, c'è una certezza: l'ipotesi di chiudere il torneo con playoff o playout è ormai svanita. (Calcio Fanpage)

Ogni società fa ciò che meglio crede, ma lasciar andare i giocatori oggi, non è produttivo per una ripresa domani. Chiudere tutto entro il 30 giugno vorrebbe dire tornare ad allenarsi entro una ventina di giorni, cosa che mi sembra difficile. (TUTTO mercato WEB)

Per quanto riguarda il taglio degli stipendi, dobbiamo metterci a tavolino e discutere per trovare la soluzione più giusta. Gravina. foto di Daniele Buffa/Image Sport. Ai microfoni di Radio Marte, Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ha dichiarato: “Oggi noi dobbiamo solo programmare delle date per dare speranza agli amanti del nostro sport. (Tutto B)

Aggiungo poi anche che il calcio italiano non vive solo per l'assegnazione dello Scudetto ma ci sono anche gli altri campionati, quelli inferiori. Dobbiamo comunque arrivare alla definizione degli organici per la prossima stagione, dalle coppe europee a promozioni e retrocessioni". (La Lazio Siamo Noi)

“Il nostro compito deve essere quello di programmare delle date che comunque diano una speranza a tutti coloro che amano il nostro sport. Se ci vengono concessi il mese di luglio e quello di agosto, così come si sta orientando la Uefa e tutte le federazioni, potrebbe quello il periodo di riferimento. (Tuttosport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.