Fotografata la nascita di un pianeta

Giornale di Sicilia Giornale di Sicilia (Scienza e tecnologia)

Il giovane pianeta, spiegano gli esperti, crea delle perturbazioni nella nube di gas e polveri che lo circonda.

Un vortice di luce, gas e polveri, intorno a una regione centrale più scura: è la fotografia della nascita di un pianeta.

Su altri giornali

AB Aurigae è una stella molto giovane, con un’età inferiore ai 10 milioni di anni, che si trova ad una distanza da noi di circa 531 anni luce. È proprio quello che i ricercatori hanno individuato intorno ad AB Aurigae ad una distanza dalla stella equivalente a quella che separa Nettuno dal Sole. (Notizie scientifiche.it)

A regalare al mondo queste spettacolari foto è stato il il VLT (Very Large Telescope) dell’ESO, l’Osservatorio Europeo Australe che potrebbe aver fornito la prima prova diretta della nascita di un pianeta. (greenMe.it)

Dopo un anno dalla prima foto in assoluto di un buco nero, ora abbiamo anche la prima prova diretta di come nasce un pianeta! Il pianeta in formazione nella foto è visibile in orbita attorno alla stella, disturbando il gas e scacciandolo dalla sua orbita. (DR COMMODORE)

Un bagliore debole ma ben distinto, proveniente dalla parte interna della nube e visibile nelle lunghezze d’onda dell’infrarosso, esteso oltre le 150 Ua. Gli astronomi seguivano da tempo i ‘movimenti’ attorno a questa stella, ubicata nella costellazione dell’Auriga per via della densa nuvola di gas e polveri che la circonda. (Scienzenotizie.it)

Il telescopio dell’ESO “osserva” la nascita di un pianeta (Di mercoledì 20 maggio 2020) Gli astronomi dell'Eso (l'Osservatorio Europeo Australe) potrebbero aver trovato le tracce della nascita di un nuovo pianeta. (Zazoom Blog)

Milano, 20 mag. La regione in cui si vede il "nodo" giallo e brillante vicino al centro della nuova immagine di AB Aurigae, che si trova a una distanza dalla stella pari a circa quella di Nettuno dal Sole, è uno dei siti in cui gli scienziati ritengono che si stia formando il nuovo pianeta. (Corriere di Arezzo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr