No Green Pass: chi ha mandato gli infiltrati che hanno alimentato le violenze?

RomaIT INTERNO

Un oceano di persone in un sit in Piazza del Popolo a Roma sabato per manifestare contro il green pass e per difendere le libertà costituzionali del popolo italiano.

Il tentativo d’ infangare il popolo pacifico dei no green pass è fonte di nuovo dissenso.

Violenze e scontri per screditare un popolo pacifico che non accetta i soprusi del governo.

Violenze, sommosse, idranti, bombe carta e lacrimogeni perfino giù da un elicottero per delegittimare il diritto di manifestare

Sabato erano forse centomila a Roma contro il green pass, ma per il mainstream solo diecimila. (RomaIT)

Ne parlano anche altre fonti

Sono 12 le persone arrestate dalla Polizia per l’assalto alla Cgil di Roma. (il Fatto Nisseno)

L’assessore alla Sanità del Lazio D’Amato: "No-vax paghino i ricoveri". L’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato, in un'intervista al Messaggero, si scaglia contro chi fa propaganda anti-vaccino: "I no-vax che contraggono il virus e finiscono nelle terapie intensive degli ospedali della Regione Lazio dovranno pagare i ricoveri. (La7)

Sequestro del sito web di Forza Nuova e due fascicoli di indagine sugli scontri avvenuti sabato nel cuore della Capitale. Uno riguarda gli organizzatori del raid nella storica sede della Cgil e la sospetta regia dei tafferugli avvenuti anche a poca distanza da Palazzo Chigi, l'altra su chi ha materialmente partecipato alle violenze. (leggo.it)

L’80% degli italiani over 12 anni ha completato il ciclo con AstraZeneca, Pfizer, Moderna. SCOPRI DI PIÙ. Ciclo vaccinale all’80% per over 12. Protesta no Green Pass: 38 feriti e 12 arresti per guerriglia urbana, ancora 8,4 milioni i no vax. (Proiezioni di Borsa)

Nel loro percorso i manifestanti hanno anche devastato la sede della Cgil e, in serata anche il pronto soccorso dell’ospedale Umberto I. Il “piano segreto” dei manifestanti per l’assalto a Roma. Dalle indagini in corso su quanto accaduto a Roma sabato durante la manifestazione No Green Pass sarebbero emerse anche delle chat tra Telegram e Whatsapp che avrebbero portato alla luce un piano ben organizzato da parte dei manifestanti. (Thesocialpost.it)

Il variegato mondo dei No Green Pass si organizza sui canali Telegram dopo gli scontri di Piazza del Popolo. Il blackout globale di 21 minuti. Poi c’è il “blackout globale” di 21 minuti. (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr