Peste suina africana, scatta la zona rossa per la caccia al cinghiale: quali sono le regioni interessate

Peste suina africana, scatta la zona rossa per la caccia al cinghiale: quali sono le regioni interessate
Virgilio Notizie INTERNO

Peste suina africana, scatta la zona rossa: l’ordinanza. La zona rossa per la caccia al cinghiale è stata disposta per cercare di frenare la diffusione della peste suina africana con una ordinanza congiunta firmata dai ministri delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli e della Salute, Roberto Speranza.

Per quanto riguarda il Piemonte, i 78 comuni che rientrano nella zona rossa sono tutti in provincia di Alessandria. (Virgilio Notizie)

Su altri giornali

Questa la dichiarazione di Matteo Zolin, presidente Coldiretti Pordenone e suinicoltore. “La peste suina è una grave emergenza sanitaria ed è arrivata anche in Piemonte con il primo caso riscontrato su un cinghiale. (Il Friuli)

Permessa solo la caccia selettiva al cinghiale, come strumento per ridurre la popolazione in eccesso e rafforzare la rete di monitoraggio sulla presenza del virus. Nell’area interessata sono anche vietate le altre attività di interazione –diretta o indiretta– coi cinghiali infetti. (Luce)

Sono escluse le attività connesse alla salute, alla cura degli animali detenuti e selvatici nonché alla salute e cura delle piante, comprese le attività selvicolturali E’ quanto afferma Coldiretti in riferimento alla firma dell’ordinanza dei ministri della Salute Roberto Speranza e delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli per fermare la diffusione della peste suina africana (Psa) dopo i casi riscontrati su cinghiali in Piemonte e Liguria ma anche in Germania, Belgio e Paesi dell’Est Europa. (ATNews)

La peste suina arriva in Italia, le misure per il contenimento

Peste suina, firmata ordinanza Patuanelli-Speranza. Roma, 13 gen. (Adnkronos). (Eca/Adnkronos). Peste suina, firmata un'ordinanza per frenarne la diffusione nei territori colpiti. Il provvedimento dei ministri delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli e della Salute, Roberto Speranza (Adnkronos)

L’ordinanza consente alle attività produttive di continuare a lavorare in sicurezza, fornendo rassicurazioni in merito alle nostre esportazioni. E’ ammessa, inoltre, la caccia di selezione al cinghiale, come strumento per rafforzare la rete di monitoraggio sulla presenza del virus. (Secolo d'Italia)

“L’ordinanza – si sottolinea – consente alle attività produttive di continuare a lavorare in sicurezza, fornendo rassicurazioni in merito al nostro export”. La peste suina africana arriva in Italia. (Livesicilia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr