Coronavirus, dopo 53 giorni di calo tornano a salire i ricoveri in Veneto. Flor:''Non ci aspettavamo questo segnale'', Zaia: ''Siamo preoccupati''

Coronavirus, dopo 53 giorni di calo tornano a salire i ricoveri in Veneto. Flor:''Non ci aspettavamo questo segnale'', Zaia: ''Siamo preoccupati''
il Dolomiti INTERNO

Dagli ospedali negli ultimi giorni ci sentiamo dire che arrivano sempre più pazienti direttamente da casa e abbastanza impegnativi”

Dopo circa 53 giorni di continuo calo nelle ospedalizzazioni il Veneto sta, purtroppo, assistendo ad una inversione di rotta.

Coronavirus, dopo 53 giorni di calo tornano a salire i ricoveri in Veneto.

Flor:''Non ci aspettavamo questo segnale'', Zaia: ''Siamo preoccupati''. (il Dolomiti)

Se ne è parlato anche su altri media

«Quando il numero dei ricoveri supera quello delle dimissioni vuol dire che c’è un trend che si sta riaccennando – prosegue Zaia -. Zaia: «Il virus non è scomparso, non abbassare la guardia». (Open)

In provincia di Verona sono stati annoverati 115 nuovi casi per un totale di 63107, di cui: 2114 (+67) tuttora affetti dal coronavirus, 58706 (+44) e 2287 deceduti, 4 in più rispetto all'aggiornamento delle ore 17 di martedì. (VeronaSera)

“A fronte di numerose situazioni in cui ci è stata segnalata la possibilità di fornici vaccini, abbiamo avviato verifiche. 23 FEB - “Sì sono stato torchiato” dai Nas, “ma non avevo niente da nascondere". (Quotidiano Sanità)

CONTAGI, VACCINI, RISTORI E ATTESA. DA MARGHERA LUCA ZAIA “CHE DECIDANO GLI SCIENZIATI SECONDO SCIENZA”

"Siamo nella parte finale di quella che noi abbiamo chiamato seconda fase", ha detto il governatore del Veneto Coronavirus, l'allarme di Luca Zaia: "In Veneto salgono i ricoveri, il dato preoccupa". (Liberoquotidiano.it)

Macchina. Zaia ha ribadito che la “macchina per i vaccini” è pronta: «Noi potenzialmente possiamo fare 50mila vaccini al giorno. Il Presidente Luca Zaia alle 12 e 30 ha aggiornato sull’evolversi della pandemia da Coronavirus dalla sede della Protezione Civile di Marghera. (PadovaOggi)

Chiediamo che le restrizioni siano valutate dalla comunità scientifica nazionale e con intesa del Ministro della Salute. Che la comunità scientifica ci dia una risposta. (Radio Più)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr