Scuola domani 7 aprile tornano in aula 60mila studenti

Scuola domani 7 aprile tornano in aula 60mila studenti
BolognaToday INTERNO

PEr loro se ne riparlerà solo quando i dati sulla pandemia in regione torneranno da zona arancione (si ipotizza la data del 12 o del 20 aprile, ma niente ancora di ufficiale) e comunque, nel caso, solo in presenza al 50, massimo il 75 per cento.

Per il resto, l'ufficio scolastico regionale, di intesa con Ausl e Regione, hanno messo a punto un “piano per una ripartenza sicura” che prevede, fra l’altro:

Una sorta di prova tecnica di normalità, a poco più di un mese da quando la provincia di Bologna è diventata zona rossa in seguito alla recrudescenza del Covid, spinto dalla virulenza delle varianti. (BolognaToday)

Ne parlano anche altri media

Eventuali successive istanze modificative della scelta già effettuata sono rimesse alla motivata valutazione del Dirigente scolastico. Le classi seconde e terze effettueranno la didattica digitale integrata sino al 21 aprile compreso. (ruvochannel.com)

Domani, finite le vacanze di Pasqua, ancora una volta la scuola ricomincia. E se da una parte un po’ di sollievo c’è, dall’altra restano preoccupazioni e proteste. (La Stampa)

C’è la paura di ritrovarci a dover chiudere tutto di nuovo, un nuovo stop che andrebbe a bloccare tutto di nuovo. C’è anche una mozione del Movimento Cinque Stelle che chiede proprio il ritorno in classe anche degli studenti di scuola superiore (Orizzonte Scuola)

Scuola, scrutini "senza sconti" a fine anno

Tre studenti su quattro avrebbero svolto la DaD nell’ultimo anno utilizzando solo lo smartphone e nella metà dei casi senza avere a disposizione una stampante per visualizzare su carta le esercitazioni o i compiti. (Tecnica della Scuola)

La sentenza farà certamente scuola perché fa riferimento al principio della cosiddetta “culpa in educando” che grava sui genitori in relazione al comportamento dei figli. Non è detto, insomma, che la culpa in vigilando sia l’unica forma di responsabilità da prendere in considerazione (Tecnica della Scuola)

Ribadendo la “massima fiducia” nella decisioni dei singoli consigli di classe che conoscono e sono in grado di valutare i ragazzi. Domani, concluse le vacanze di Pasqua, cinque milioni e mezzo di ragazzi torneranno sui banchi di scuola. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr