Comprare azioni Biogen dopo il nuovo farmaco contro l’Alzheimer?

Comprare azioni Biogen dopo il nuovo farmaco contro l’Alzheimer?
ABC Finanze SALUTE

Ora che il farmaco è stato approvato dall’FDA, comprare azioni Biogen non è più un investimento particolarmente rischioso

Per questa ragione noi consigliamo di comprare azioni Biogen nel 2021, con l’obiettivo di detenerle nel portafoglio a medio/lungo termine.

Dopo 20 anni è stato approvato dall’FDA un nuovo farmaco contro l’Alzhaimer, farmaco realizzato proprio da Biogen.

Comprare azioni Biogen conviene?

Come comprare azioni Biogen?

(ABC Finanze)

Se ne è parlato anche su altri giornali

"È un missile intelligente": il super-esperto italiano spiega il nuovo farmaco che rallenta l’Alzheimer di Irma D’Aria. Il neurologo Paolo M. Rossini spiega come funziona l'anticorpo monoclonale appena approvato dall'Fda e perché è un'ottima notizia (La Repubblica)

La forma di demenza più diffusa al mondo e che non ha una cura e nemmeno una terapia che interrompa il peggioramento del morbo. La condizione posta dalla Food and Drug Administration, infatti, è che venga effettuata una Fase 4 di sperimentazione. (Ticinonews.ch)

Lo stesso test di adacanumab era stato considerato fallito in un primo momento, prima che un approfondimento delle analisi dimostrasse un certo beneficio sulla malattia allo stadio iniziale. Si tratta del primo trattamento che interessa il decorso e non si limita ad aggredire i sintomi della demenza. (vistanet)

Alzheimer: perché gli esperti si dividono sul nuovo farmaco Aducanumab

Non restituirà la memoria perduta, ma promette di rallentare il devastante processo di distruzione del cervello che passa sotto il nome sinistro di Alzheimer: è il farmaco approvato dalla Food&Drug Administration, l’ente regolatorio statunitense. (La Stampa)

Zhdanov si troverebbe attualmente in Lituania Lo riporta l’agenzia russa Interfax, secondo cui la cartella di Zhdanov è stata inserita nel database dei ricercati del Ministero degli Affari interni della Federazione Russa. (LaPresse)

Alzheimer: perché gli esperti si dividono sul nuovo farmaco Aducanumab. Il New York Times ha scritto ieri che si tratta di “una decisione controversa”, adottata nonostante l’opposizione del comitato consultivo indipendente dell’agenzia e di alcuni esperti di Alzheimer. (LA NOTIZIA)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr