Covid, De Luca conferma: stop Astrazeneca sotto 60 anni

Info Cilento INTERNO

Quando abbiamo raggiunto le 500mila dosi di vaccino somministrate al giorno si è parlato di grande successo del commissario all’emergenza Covid.

Il caos Astrazeneca. Non sono mancate critiche per la gestione del caso Astrazeneca: “Stiamo assistendo in queste ore a una vicenda che è francamente sconcertante rispetto al vaccino Astrazeneca.

Cercheremo di fare solo i richiami con AstraZeneca ma solo a chi ha più di 60 anni“. (Info Cilento)

Ne parlano anche altri media

Ad oggi – ha spiegato De Luca – con la prima dose abbiamo vaccinato 450mila cittadini, il 54%. Ha spiegato il presidente De Luca. (Cronache della Campania)

Non ha fatto né l’una né l’altra cosa», ha detto il Governatore della Regione Campania, nel corso della diretta. «Stiamo assistendo in queste ore a una vicenda che è francamente sconcertante rispetto al vaccino AstraZeneca (Positanonews)

In tutti paesi del mondo fanno entrambi capo al ministero della salute tranne che in Italia, che sta rivelando la sua inadeguatezza» «Oggi dovremo porre un quesito: chi è sotto i 60 anni e ha fatto la prima dose Astrazeneca che fa con il richiamo? (ilmattino.it)

Fino ai 60 anni sarà somministrato il vaccino Pfizer come seconda dose anche per chi è stato vaccinato con il siero anglo-svedese. Ma rimane un problema: i cittadini sotto i 60 anni che hanno fatto la prima dose, come seconda dose che devono fare? (Corriere del Mezzogiorno)

“Credo che dopo il 21 giugno saremo in zona bianca”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso di un intervento trasmesso sulla sua pagina. (TV Sette Benevento)

Ma rimane un problema: i cittadini che hanno fatto la prima dose, ed erano sotto i 60 anni, come seconda dose che devono fare? “Siamo in una situazione di totale confusione, io da presidente di Regione non so a chi devo fare la domanda su cosa dobbiamo fare con il vaccino AstraZeneca“. (Il Riformista)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr