Coronavirus, da mercoledì riaprono le scuole anche in zona rossa: in classe asili, elementari e prima media

Coronavirus, da mercoledì riaprono le scuole anche in zona rossa: in classe asili, elementari e prima media
NovaraToday INTERNO

Tornano in classe gli alunni di asili, primarie e prima media.

Il decreto conferma inoltre la "sospensione" della zona gialla in tutta Italia fino a fine aprile: ai territori si continueranno ad applicare quindi solo le misure previste dalla zona rossa e arancione.

E' inoltre confermato il passaggio in zona rossa per quei territori in cui si superino i 250 casi ogni 100mila abitanti e nelle aree con circolazione delle varianti

In zona arancione invece è previsto il ritorno in presenza anche dalla seconda media in poi, ma solo dal 50% al 75%: non è il caso del Piemonte per ora, che almeno fino al 18 aprile rimarrà in zona rossa. (NovaraToday)

Su altri media

Il Ministero dell’Istruzione pubblica la nota 491 del 6 aprile 2021 con le disposizioni per le scuole previste dal decreto legge 1 aprile. Appare altresì necessario continuare a promuovere il valore educativo di comportamenti rispettosi delle regole e attenti alla salute dell’altro. (Tuttoscuola)

Il documento, che esautora i governatori delle singole regioni da ogni decisione, troverà applicazione fino al 30 aprile, data in cui scadrà lo stato d'emergenza, destinato però a essere prorogato. Oggi, mercoledì 7 aprile, quasi 311mila tra bambini e ragazzi piemontesi, dal nido alla prima media, sono rientrati in classe. (TorinoToday)

Da oggi, mercoledì 7 aprile, anche in zona rossa tornano a scuola in presenza i bambini e i ragazzi di materne, elementari e prima media. Rientro a scuola 7 aprile: la zona arancione. Se per le zone rosse la situazione è questa, da oggi mercoledì 7 aprile le cose sono diverse per le zone arancioni, in particolare per quel che riguarda il rientro a scuola (StudentVille)

Il governo riapre le scuole ma sindaci e governatori frenano: ecco dove le elementari restano in Dad

Come già spiegato in precedenza, nelle zone rosse torneranno in aula gli alunni fino alla prima media; in quelle arancioni il rientro riguarderà tutti gli alunni fino alla terza media. Come stabilito dall’ultimo decreto legge varato dal governo Draghi, i governatori delle Regioni potranno intervenire sulla questione delle lezioni in presenza solo in casi eccezionali. (Open)

Con la quasi totalità degli alunni in presenza (82-83%) le Isole: la Sicilia con 614.891 e la Sardegna con 170.004. Nei comuni in zona rossa, tornano in presenza le scuole fino alla prima media, il resto seguirà ancora la didattica a distanza. (Il Capoluogo)

Oggi i più piccoli torneranno al nido, alla scuola per l’infanzia, alla primaria e in prima media, dappertutto, anche nelle regioni rosse, salvo che in Puglia, dove pervicacemente il presidente continua rendere difficile sia la scuola in presenza sia quella a distanza, pretendendo che gli insegnanti si organizzino per fare didattica nelle due modalità in contemporanea, senza che nessuno gli dica che non lo può fare. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr