Stellantis Melfi: “Allargare produzione ad altri marchi” la proposta

Stellantis Melfi: “Allargare produzione ad altri marchi” la proposta
ClubAlfa.it ECONOMIA

Perché non allargare ad altri marchi la produzione di Melfi?

Infatti proprio Italia Viva ha chiesto da tempo al governo italiano di entrare a piedi uniti nella vicenda specifica dello stabilimento Lucano.

Nella nota si rimarca il lavoro che Italia Viva sta facendo sia in Basilicata che a livello parlamentare.

I suggerimenti di Italia Viva. “Una delle differenze più importanti riguarda il sistema dell’indotto, che pure nella zona di Melfi ha importanza strategica

Italia Viva dalla parte degli operai. (ClubAlfa.it)

Su altre fonti

I nostri colleghi del Journal de l’Automobile e la giuria composta da giornalisti specializzati hanno assegnato il trofeo Man of the Year 2020 a Maxime Picat, CEO di Stellantis in Europa dal gennaio 2021 (a seguito della fusione tra PSA e FCA). (ClubAlfa.it)

Sabbioni, Palma e Pasini avrebbero poi falsificato anche alcuni dati sui consumi di carburante, al fine di rendere più appetibili alcuni modelli per la clientela, ben consci del potenziale danneggiamento degli acquirenti La procura ha confermato che nessuno dei due accusati si trova al momento in carcere, con Palma che rimane invece ancora libero su cauzione in attesa del processo. (FormulaPassion.it)

L’Unicas ed i cavalli elettrici. Un primo interesse, da parte dell’universo industriale europeo, si registra nel 2010. Poi c’è il progetto incanalato prevalentemente con il primo spin-off dell’Università, Enertronica Engineering (AlessioPorcu.it)

Dopo lo stop ai cinesi nel mirino c'è Stellantis

Secondo quanto riportato da Autonews alcuni importanti manager italiani, attualmente in forza alla Stellantis, sarebbero accusati dalla magistratura americana di manipolazione dei parametri dei motori diesel, che interessano circa 100.000 veicoli venduti negli USA dalla FCA. (AlVolante)

I due manager insieme sono finiti sotto inchiesta per aver sviluppato il motore 3 litri usato su modelli venduti negli Usa tra 2014 e 2018. (Calcio e Finanza)

È bastato ventilare l'uso del golden power per fermare l'accordo con i cinesi. Ora l'obiettivo del Mise è evitare che la vendita di Fca ai francesi faccia evaporare tutto l'indotto in Italia. L'ad ha già detto che i nostri costi di produzione sono troppo altiIl ministro dello Sviluppo economico, Gia (La Verità)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr