Reddito di cittadinanza, assegno ordinario di invalidità e carico fiscale: chiarimenti

Reddito di cittadinanza, assegno ordinario di invalidità e carico fiscale: chiarimenti
Più informazioni:
Money.it INTERNO

Mi chiamo Alessandro e vorrei un chiarimento sulla possibilità di ottenere il Reddito di cittadinanza.

Sono una persona adulta di 41 anni celibe e purtroppo sono disoccupato da diversi anni e ricevo un assegno ordinario di invalidità avendo una percentuale di oltre il 75%.

Per chi ha residenza insieme ad altri familiari percettori di redditi o di pensione richiedere il reddito di cittadinanza non è possibile visto che nell’ISEE rientrano tutti i redditi del nucleo familiare. (Money.it)

Ne parlano anche altre testate

Non siamo pronti quindi oggi per la vera riforma che avevamo previsto con il termine di quota 100 e con la famosa quota 41 Pensioni, via Quota 100 e flessibilità. I sindacati. (ilmessaggero.it)

Pensioni con Quota 102: perché l'opzione è percorribile. L'altra ipotesi di riforma del sistema pensionistico che, tra le tante ventilate in queste ultime settimane, è quella della divisione della quota pensione in due quote: retributiva e contributiva. (Today.it)

Sono queste tra le riforme più urgenti secondo il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, che intervenendo in collegamento il 27 aprile all’evento «Pensioni: 30 anni di riforme», ha sottolineato la necessità di avviare finalmente riforme di lungo periodo. (Corriere della Sera)

Pensioni, come potrebbero cambiare dopo la riforma: età, assegno diviso in due e finestre di uscita. Tutte le ipotesi

In particolare, vengono incluse tra le aggregazioni agevolabili quelle deliberate fino al 30 giugno 2022 e non più fino al 31 dicembre 2021 Incentivi fusioni banche fino a giugno 2022 Estensione degli incentivi alle aggregazioni societarie introdotte dalla legge di bilancio per il 2021. (Yahoo Finanza)

Pensioni per tutti: Quali sono i punti su cui farete maggiore pressione al fine di superare la quota 100 ed arrivare entro il 1 gennaio 2022 ad un’equa riforma delle pensioni? Nel mentre abbiamo deciso di interfacciarci con il segretario confederale della Uil, Domenico Proietti, ecco quanto é emerso da questa interessante intrvista. (Pensioni Per Tutti)

Dunque per il numero uno di Inps bisogna studiare una riforma che tenga conto dell'aspettativa di vita diversa tra i vari lavori. Attesa per proroga sospensioni. Un'altra opzione, secondo quanto riporta il Corriere della Sera, sarebbe quella dell'assegno diviso in due parti: una quota contributiva e una retributiva. (Corriere dell'Umbria)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr