Bezos vola nello spazio a gravità zero, il lancio e l'atterraggio della Blue Origin

Bezos vola nello spazio a gravità zero, il lancio e l'atterraggio della Blue Origin
Corriere della Sera ECONOMIA

All'apertura del portellone, Bezos ha battuto il cinque a una delle persone che attendeva i quattro, che sono stati accolti da abbracci.

È stata poi stappata una bottiglia per festeggiare.

A seguirlo lo studente 18enne Oliver Daemen, poi la 82enne Wally Funk e infine il fratello di Jeff Bezos, Mark Bezos.

La navicella è decollata arrivando per qualche minuto a una distanza tale dalla Terra da annullare la forza di gravità

Jeff Bezos è stato il primo a uscire dalla capsula della sua Blue Origin quando, dopo il ritorno sulla Terra, si è aperto il portellone. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Il miliardario visionario Jeff Bezos ha compiuto la sua impresa, il primo viaggio con esseri umani a bordo organizzato dalla società da lui stesso fondata, la Blue Origin. Con Jeff Bezos, a bordo della New Sheppard, il suo equipaggio di astronauti-turisti dello spazio: il 18enne olandese Oliver Daemen, la statunitense 82enne Wally Funk ed il fratello del fondatore del colosso dell’ecommerce Amazon, Mark Bezos (Foto Afp) (Corriere della Sera)

Dalla sua nascita, nel 2000, Blue Origin è rimasta interamente nelle mani di Bezos. Nell’equipaggio c’era Jeff Bezos, che ha fatto il suo “piccolo passo” 21 anni dopo aver fondato la sua compagnia spaziale. (Forbes Italia)

Chiamarla missione spaziale è un esagerazione: più corretto, mai come in questo caso, definirlo “volo” spaziale. Spazio, concluso con successo il volo della Blue Origin: l'atterraggio della navetta. (La Stampa)

I fratelli Bezos ritornano dallo spazio a bordo di New Shepard

Conto alla rovescia e poi partenza per Jeff Bezos. Poi tutti e quattro sono atterrati come previsto nel deserto texano (Corriere della Sera)

Il sistema di lancio New Shepard prende il nome da Alan Shepard, che nel 1961 divenne il primo americano nello spazio. Il viaggio suborbitale - con nome di missione NS16 - a cui ha partecipato Bezos è stato anche il primo della Blue Origin con personale umano dopo le 15 missioni di test del sistema di lancio New Shepard. (DDay.it - Digital Day)

«È il più bel giorno della mia vita» ha urlato il miliardario, rispondendo al «Congratulazioni e bentornati sulla Terra» del centro controllo. E 10 giorni dopo quel volo che ha fatto del baronetto britannico Richard Branson il primo turista spaziale. (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr