Domani sciopero dei taxi: “Il decreto concorrenza uccide il nostro lavoro”

Domani sciopero dei taxi: “Il decreto concorrenza uccide il nostro lavoro”
Antenna Radio Esse INTERNO

8 del DDL Concorrenza, che prevede la riforma del trasporto pubblico non di linea, con pesanti ripercussioni a carico dei tanti operatori di ogni parte d’Italia, che vedrebbero messo fortemente a rischio il loro futuro lavorativo, senza peraltro portare alcun vantaggio all’utenza.

Chiaro il pensiero del presidente Cotas Nicola Borghi: “Si rischia di spalancare le porte alle grandi multinazionali, che storicamente hanno dimostrato che il loro scopo è il guadagno, senza pensare troppo ai servizi ed agli utenti. (Antenna Radio Esse)

Su altre testate

Tutta l’informazione del giorno nel GR di LaPresse (LaPresse)

Il Decreto legge concorrenza, infatti, punta ad adeguare l’offerta di servizi alle nuove forme di mobilità esistenti che utilizzano app e piattaforme tecnologiche, deregolamentando ulteriormente il settore a favore delle multinazionali. (LuccaInDiretta)

I due mondi del trasporto pubblico di linea e non di linea stanno soffrendo, il comparto non è ripartito assieme agli altri settori dell’economia. I tassisti, durante il Covid, offrendo un servizio pubblico, hanno sempre lavorato. (Televenezia)

Giornale radio del mattino, mercoledi’ 24 novembre

La protesta va contro il ddl concorrenza nel quale è previsto, all'articolo 8, una riforma del trasporto pubblico non di linea, ovvero taxi e ncc. Firenze, 23 novembre 2021 - Domani, mercoledì 24 novrembre, è previsto lo sciopero nazionale dei taxi. (La Nazione)

Sciopero generale dei tassisti mercoledì 24 novembre: protesta contro Draghi. Sciopero dei tassisti mercoledì 24 novembre. Incroceranno le braccia sul volante per protestare contro il Ddl Concorrenza. (Prima Pavia)

Tutta l'informazione del giorno nel GR di LaPresse (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr