Tutta Italia in zona rossa a febbraio: ecco i tre motivi

Tutta Italia in zona rossa a febbraio: ecco i tre motivi
Per saperne di più:
Money.it ESTERI

Una regione a rischio lockdown. Tutta Italia in zona rossa a febbraio?

L’Italia potrebbe ritrovarsi entro un mese in zona rosa per colpa della scuola, dei saldi e ca va sans dire della variante Omicron.

leggi anche Mezza Italia in zona arancione da lunedì 17 gennaio.

Per il matematico “c’è un ritardo nei cambiamenti delle curve delle ospedalizzazioni e dei decessi rispetto ai cambiamenti dell’incidenza dei positivi”, con questo aumento dei ricoveri che potrebbe spingere prima diverse Regioni in arancione e poi tutta l’Italia in zona rossa. (Money.it)

Ne parlano anche altre testate

Per il matematico “è accettabile che una previsione si riveli sbagliata, ma purché sia ottenuta a partire dai dati e utilizzando un metodo quantitativo”. Sebastiani è invece d’accordo “a fornire dati più informativi, riguardanti non solo la positività, ma anche la presenza o meno di sintomi, la loro gravità, il motivo per cui è fatto il test. (La Rampa)

Covid, quando arriva il picco dei contagi? Foto Unsplash | Mufid Majnun. (Newsby)

Le parole del Prof. Sebastiani sul Covid in Italia. E dunque, tra la presenza dei no vax e una prevenzione evidentemente non così efficace da parte delle popolazioni in generale, il rischio di un’Italia in zona rossa non infondato. (Centro Meteo italiano)

Sebastiani: “Entro una settimana numeri da zona arancione in tutta Italia”

Siamo al 25%, quindi ogni quattro test molecolari fatti uno è positivo. Uno scenario previsionale basato sui dati delle ultime due settimane, per un periodo che include l’inizio delle votazioni in Parlamento per l’elezione del prossimo Presidente della Repubblica. (Il Fatto Quotidiano)

«Il valore medio della percentuale al picco è pari al 25% e si prevede che decresca, ma ci si aspetta anche che il trend sarà variato tra una-due settimane a causa dell'aumento dei contatti per le attività legate ai saldi e, soprattutto, per quelle in relazione alla riapertura odierna delle scuole». (LaC news24)

Con i dati aggiornati al 9 gennaio, il picco appare raggiunto il giorno prima, ma i dati dei prossimi giorni renderanno possibile una più accurata localizzazione”, osserva Sebastiani Se questi trend rimarranno invariati, si prevede – ha aggiunto – che entro una settimana, avverrà il superamento delle soglie della zona arancione, pari rispettivamente a 30% e 20%”. (Livesicilia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr