Covid: Draghi, 'per sconfiggerlo vaccini ovunque, garantire Paesi poveri'

LiberoQuotidiano.it INTERNO

L'aumento della produzione di vaccini negli ultimi mesi è stato tale da poter garantire forniture adeguate a coprire una porzione significativa della popolazione dei Paesi in via di sviluppo

L'Unione Europea donerà almeno 100 milioni di dosi entro il 2021 attraverso COVAX.

Altri 2 miliardi saranno distribuiti entro il 2022.

A oggi, però, soltanto il 2% della popolazione dei Paesi più poveri ha ricevuto almeno una dose di vaccino – a fronte del 42% della popolazione mondiale". (LiberoQuotidiano.it)

Se ne è parlato anche su altri media

"A oggi, però, soltanto il 2% della popolazione dei Paesi più poveri ha ricevuto almeno una dose di vaccino, a fronte del 42% della popolazione mondiale. Solo così potremo salvare vite, frenare il contagio, evitare l'emergere di pericolose varianti", così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, intervenendo al G20 Interfaiith Forum di Bologna. (Repubblica TV)

Anche le chiese nel loro intimo e nella loro missione «Siamo qui, insieme, questa sera per ricordare uomini, donne, bambini e bambine che hanno perso la vita mentre erano in un luogo di culto, un luogo “intimo”, che ritenevano sicuro. (Riforma.it)

(Adnkronos) - "La celebrazione delle diversità e del dialogo tra culture e religioni è essenziale per la coesistenza civile. Nei momenti più tragici della storia recente avete costruito ponti laddove il terrorismo e la guerra avevano eretto barriere. (LiberoQuotidiano.it)

Così la tua area personale sarà sempre più ricca di contenuti in linea con i tuoi interessi Per avere contenuti personalizzati, dai il tuo ok alla lettura dei dati di navigazione. (Corriere TV)

I vaccini per i paesi più poveri Nel suo intervento sul palco del G20 Interfaith Forum, Draghi ha parlato anche di vaccini e Afghanistan, declinandoli sul piano religioso e della cooperazione. Opportunità per ricostruire «Dobbiamo dimostrare di essere all’altezza di questa crisi e dei valori che diciamo di rappresentare. (Corriere della Sera)

Esortando anche la propria parte politica a "dire molti no e pochi si' per evitare che tutto sia travolto nella irresponsabilita'", conclude "Ma non basta, contina Draghi, perchè adesso è "necessario che le dosi raggiungano chi ne ha bisogno", altrimenti le conseguene potranno essere drammatiche. (AGI - Agenzia Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr