Strage del Mottarone, "turismo nero" sul luogo dello schianto: denunciati due giovani

Strage del Mottarone, turismo nero sul luogo dello schianto: denunciati due giovani
Approfondimenti:
Luino Notizie INTERNO

I due giovani si sono avvicinati, oltrepassando i nastri, e mettendo mano al telo che protegge la carcassa, sollevandolo.

A quel punto sono stati messi in fuga dal sistema di allarme che si è immediatamente attivato dopo il gesto.

Verranno spostati in un laboratorio dove proseguirà l’analisi delle componenti

La loro attenzione, ad un certo punto della camminata tra gli alberi, è caduta sui sigilli che delimitano la zona in cui ancora oggi sono custoditi i resti della cabina. (Luino Notizie)

Ne parlano anche altri giornali

Mottarone, volevano un "souvenir" della strage: denunciati due giovani Sciacallaggio sul luogo della strage del Mottarone: denunciati due fratelli ventenni. Sciacalli in azione al Mottarone: due fratelli ventenni sono stati sorpresi e denunciati dai carabinieri nell’area dove giace la cabina della funivia precipitata il 23 maggio scorso, in cui sono morte 14 persone. (Virgilio Notizie)

E' accaduto durante una gita dei due con le fidanzate sul Mottarone. Raggiunti e individuati poco dopo dalla pattuglia, giunta sul posto , sono stati portati in caserma per l’identificazione (Adnkronos)

Erano in compagnia delle rispettive fidanzate, durante una scampagnata trai boschi del Mottarone, quando hanno avuto la idea di avvicinarsi e oltrepassare le barriere poste a delimitazione della zona sottoposta a sequestro. (Corriere della Sera)

Funivia Mottarone, sollevano telo cabina precipitata ma telecamere li incastrano: due denunciati

le iniziali) che ieri pomeriggio (domenica 12 settembre) sono stati denunciati dai carabinieri del Nor di Verbania per aver violato l’area sottoposta a sequestro dove dal 23 maggio giace, tra gli abeti, la cabina numero 3 della funivia del Mottarone, che precipitando causò 14 morti. (La Stampa)

Forse, anche per tutto ciò, il luogo dell’incidente è diventato meta di un macabro turismo immortalato dalle telecamere di sicurezza dei Carabinieri di Verbania. (foto e video: Carabinieri di Verbania – VCO24) (neXt Quotidiano)

Ieri sera i carabinieri della sezione radiomobile di Verbania hanno denunciato in stato di libertà due fratelli originari di Arona (NO), di 19 e 21 anni, per violazione di sigilli e tentativo di rimozione di cose sottoposte a sequestro, in concorso. (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr