Coronavirus, Puglia terza regione d'Italia per nuovi ricoveri in Terapia intensiva

Coronavirus, Puglia terza regione d'Italia per nuovi ricoveri in Terapia intensiva
La Repubblica INTERNO

Ed è il motivo per il quale la Puglia resta in zona arancione almeno fino a domenica 9 maggio

Con 14 malati Covid ricoverati lunedì 3 maggio in Terapia intensiva, la Puglia è la terza regione d'Italia per numero di nuovi ingressi, preceduta da Lombardia (28) e Lazio (23).

Nel complesso i ricoverati che si trovano nelle Rianimazioni Covid pugliesi sono 208 (un dato che piazzala regione dopo Lombardia, Emilia-Romagna, Lazio e Toscana). (La Repubblica)

La notizia riportata su altri media

Anche nei reparti di Medicina Covid si riduce il numero di pazienti, attualmente sono 1. alano sensibilmente i ricoveri nelle terapie intensive pugliesi: secondo il bollettino aggiornato ad oggi, sono 208, contro i 228 del primo maggio. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

La Puglia mette a disposizione della comunità scientifica internazionale il virus isolato in laboratorio” La conferma arriva dall'assessore alla Sanità, Pier Luigi Lopalco, spiegando che i due casi di variante indiana del SARS-CoV-2 sono stati riscontrati in cittadini indiani rientrati in Puglia dall’India. (BariToday)

Potrebbe essere questo il segnale più importante per il ritorno della Puglia in zona gialla, atteso in particolare dagli operatori della ristorazione: lunedì prossimo saranno esattamente due mesi che le misure di contenimento non consentono le consumazioni al tavolo. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Coronavirus, in Puglia due casi di variante indiana. Lopalco: «I contatti messi in quarantena»

È molto importante aver isolato il virus perché questo permetterà di approfondire gli studi sulla capacità dell’immunità vaccinale di bloccare anche questa variante. La Puglia mette a disposizione della comunità scientifica internazionale il virus isolato in laboratorio” (LeccePrima)

La prima regione italiana in cui sono stati individuati casi di variante indiana è stato il Veneto. Infine, anche in Puglia sono stati isolati due casi di variante indiana, precisamente in Salento (Fanpage.it)

L’Istituto zooprofilattico ha isolato il virus in laboratorio: questo significa che si possono analizzare più dettagliatamente le caratteristiche della variante e soprattutto si può verificare l’efficacia dei vaccini nei confronti di questa variante. (RuvoLive)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr