Nuova strage nel Mediterraneo: 50 migranti morti al largo della Libia

Nuova strage nel Mediterraneo: 50 migranti morti al largo della Libia
Approfondimenti:
Il Riformista INTERNO

Durissimo l’attacco dell’Ong Sea Watch, in quel caso, nei confronti dell’Unione Europea, degli Stati e dell’agenzia Frontez.

Nuova tragedia nelle acque del Mar Mediterraneo, a poco più di una settimana dalla strage che ha visto morire oltre 100 morti.

Circa 95 persone sono state inoltre intercettate e soccorse in mare la scorsa notte dalla Guardia Costiera Libica.

Cinquanta migranti sono intanto morti al largo della Libia (Il Riformista)

Su altri giornali

La Guardia Costier smentisce. Il portavoce della Guardia costiera libica, l’ammiraglio Masoud Ibrahim, raggiunto telefonicamente dall’agenzia di stampa italiana ANSA, ha sottolineato di non avere alcuna informazione riguardo al naufragio al largo della Libia, davanti alla costa di al Zawiya, di cui ha dato notizia al Arabiya riportando la morte di 50 migranti (Corriere del Ticino)

Dell’episodio riferisce anche l’Oim in Libia su Twitter scrivendo che ieri “172 migranti, tra cui donne e bambini, sono stati rimpatriati in Libia dalla guardia costiera A pochi giorni dal naufragio che ha provocato oltre 100 morti, nelle stesse acque si è consumata nella notte la nuova tragedia. (Il Fatto Quotidiano)

«Sono più di 700 le persone riportate in Libia negli ultimi giorni «Settecento riportati in Libia nelle ultime ore» «La Libia non è un porto sicuro», scrive su Twitter Carlotta Sami, portavoce dell’Unhcr. (Corriere della Sera)

Il mistero dei 95 naufraghi riportati in Libia

Lo riferisce la Mezzaluna Rossa libica, citata da Al Arabya in un Tweet. Fra quei 700 ci sono «anche bambini molto piccoli e persone che hanno bisogno di assistenza», ribadisce Carlotta Sami, portavoce dell’Unhcr, «la Libia non è un porto sicuro» (Giornale di Sicilia)

Raccolto da Alarm Phone l'sos di un altro barcone alla deriva con a bordo un centinaio di migranti riportati a Tripoli nella notte. Invece i 95 migranti alla deriva da almeno 12 ore in mare sono stati intercettati dalla Guardia Costiera libica e riportati a Tripoli questa notte. (TG La7)

La vicenda dei 95 migranti riportai nella notte nella base di Abu Sitta, a Tripoli, ha dei risvolti che si possono configurare come violazioni alle norme internazionali sul soccorso in mare. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr