Delitti, rapine e una scia di sangue L’assassino in fuga con la pistola

La Nazione SALUTE

Nel 2012, Marrucci era stato indagato dalla procura fiorentina anche assieme al padre della vittima dell’omicidio di Comeana, Giovanni Avvisato.

Costa, assistito dagli avvocati Mattia Alfano e Massimo Nistri, su questo non sarebbe stato d’aiuto agli inquirenti.

Oppure tra Marrucci e il figlio di Avvisato sono sorte nuove questioni da lavare nel sangue?

Perché Costa è rientrato a casa, ma Marrucci invece si è dileguato

Ma Marrucci, adesso ricercato ovunque, ha la pistola facile. (La Nazione)

Su altre fonti

Stamani, nel corso dell’interrogatorio di garanzia, l’imbianchino fermato 12 ore dopo l’omicidio, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al gip nell’udienza di convalida al tribunale di Prato l’imbianchino di 39 anni arrestato dai carabinieri dopo l’omicidio di Comeana (tvprato.it)

Il fermato, che comparirà di fronte al gip per la convalida nei prossimi giorni, è stato interrogato nella caserma dei carabinieri fino alle sei del mattino confermando che Marrucci era insieme a lui quando si è presentato a casa di Gianni Avvisato A casa di Andrea Costa non è stata trovata. (La Nazione)

Aveva cambiato diverse case negli ultimi anni. Il padre di Gianni Avvisato, Giovanni, era finito al centro di una inchiesta della procura di Firenze del 2012 insieme a Marrucci (La Nazione)

Nelle sette ore di interrogatorio il fermato che ha piccoli precedenti per droga, avrebbe ammesso di essere stato presente a Comeana in occasione del delitto, addebitando però la responsabilità dell’omicidio all’uomo che era con lui, tuttora ricercato dai carabinieri. (tvprato.it)

Le ultime parole: «Mi hanno sparato, salvatemi». Raccontano i testimoni di averlo sentito gridare terrorizzato quel ragazzone che non aveva paura di nessuno. I due sospettati sono residenti a Firenze nel quartiere popolare dell’Isolotto dove anche la vittima aveva vissuto ed era molto conosciuto (Corriere della Sera)

Sul posto sono arrivati i carabinieri, che stanno conducendo le indagini, cercando di ricostruire la dinamica dei fatti, con l’aiuto dei militari della sezione scientifica. “Aiuto, aiuto, mi hanno sparato”. (Zoom24.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr