Ciro Migliore arrestato per spaccio: era il fidanzato di Maria Paola Gaglione, morta dopo essere stata…

Ciro Migliore arrestato per spaccio: era il fidanzato di Maria Paola Gaglione, morta dopo essere stata…
Il Fatto Quotidiano INTERNO

Migliore era il fidanzato transgender di Maria Paola Gaglione, la 22enne morta tra il 10 e l’11 settembre dopo essere stata speronata sullo scooter dal fratello Michele Antonio che, secondo i pm, non accettava la loro relazione.

A causa della caduta, Maria Paola picchiò con violenza la testa contro un tubo per l’irrigazione, sul lato della strada e perse la vita.

C’è anche Ciro Migliore tra i 24 arrestati nell’ambito della maxi operazione antidroga eseguita dai carabinieri tra Casoria e Caivano (Napoli). (Il Fatto Quotidiano)

Su altri giornali

Le indagini hanno consentito di accertare diversi episodi di cessione a terzi di sostanze stupefacenti. Successivamente, colui che volta per volta riceveva le richieste, si premurava di affidare la sostanza da recapitare a soggetti incensurati (Teleclubitalia.it)

Questa mattina, 23 febbraio, nelle province di Caserta, Napoli e Potenza, i Carabinieri della Compagnia di Caserta hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare emessa dall’ufficio G.I.P. (Teleclubitalia.it)

Ciro Migliore, il transgender di 23 anni arrestato oggi e all'onore delle cronache mesi fa perché compagno di Maria Paola Gaglione, era già stato arrestato dai carabinieri di Caivano e sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria. (NapoliToday)

55 arresti per spaccio di droga. Ordini via telefono e consegne

Ciro Migliore è stato arrestato nell’ambito di un blitz antidroga nel parco verde di Caivano. Il nome di Ciro Migliore è inserito tra quelli dei 24 arrestati dai Carabinieri di Napoli, questa mattina, a Caivano. (Corriere CE)

Cinquantacinque le misure cautelari emesse dal Gip del Tribunale di Napoli, con 40 arresti. Nello specifico, nei confronti di ventiquattro soggetti è stata disposta la custodia cautelare in carcere, mentre nei confronti di ulteriori sedici soggetti è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari. (Fanpage.it)

Lo stupefacente veniva affidato per la consegna a soggetti incensurati o comunque di giovane età, in alcuni casi anche minorenni, e sempre in piccole quantità in modo da avere meno problemi con le forze dell’ordine. (Il Giornale di Caivano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr