Il giorno che Robo-Novak diventò il re di cuori

Il giorno che Robo-Novak diventò il re di cuori
Più informazioni:
Bluewin SPORT

Questa volta a New York, il re di cuori è lui

Questa volta, Novak Djokovic è tornato uomo, e in quanto tale ha saputo vivere l'esperienza dell'affetto, materia umana e non riservata ai robot.

Ha detto Novak Djokovic dopo aver perso la finale di New York, annichilito da Daniil Medvedev, un boia perfetto.

Nonostante il sogno del Gran Slam è svanito nel giro di tre soli set, il numero 1 è sembrato genuinamente commosso più che dispiaciuto. (Bluewin)

La notizia riportata su altre testate

Novak Djokovic è arrivato vicinissimo a realizzare un’impresa dai connotati epici, vale a dire il ‘Calendar Grand Slam’, riuscito soltanto a Rod Laver nell’Era Open. Durante la finale degli US Open contro Daniil Medvedev, abbiamo percepito tutti chiaramente quanto fosse sotto pressione. (Tennis World Italia)

Non mi aspettavo niente, ma il supporto e l’energia che ho ricevuto dal pubblico sono cose che mi porterò dentro per sempre. D’altro canto, però, ho avvertito qualcosa che non avevo mai avvertito prima a New York, il pubblico mi ha fatto sentire speciale, e la cosa mi ha sorpreso. (TIMgate)

L’interrogativo. Riusciranno i Big Three a vincere ancora? A qualche giorno dalla debacle del serbo, una cosa è certa: il dibattito sul G. (Tennis Fever)

Tennis US Open 2021 - Novak Djokovic, il lato umano del campione ferito ma finalmente amato dal pubblico

Parlando con i media serbi dopo la finale, Djokovic si è soffermato anche sulla sua programmazione per il resto della stagione. Novak Djokovic ha visto svanire la possibilità di completare il Grande Slam domenica sera, cedendo nettamente a Daniil Medvedev nella finale degli US Open 2021. (Tennis World Italia)

Il vantaggio che ha preso all’inizio della partita è stato decisivo, avendogli dato lo slancio di cui aveva bisogno” – ha illustrato Thiem. Gli ultimi mesi sono stati veramente disumani per Djokovic, non possiamo far altro che applaudirlo” (Tennis World Italia)

Nel raccontarvi quello straordinario tennista noto come Novak Djokovic, avrete più volte sentito appellativi di questo tenore. I campioni vengono percepiti più vicini e più umani nelle sconfitte così come ogni bambino sogna di essere accettato. (Eurosport IT)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr