“Aprire le scuole è un errore” – Lettera Aperta

“Aprire le scuole è un errore” – Lettera Aperta
TheGameTV INTERNO

Le perplessità sono molte e ancora una volta gli studenti e le famiglie sono messe in secondo piano.

“Aprire le scuole è un errore” – Lettera Aperta. Buongiorno,. mi chiamo Andrea Pimpini, sono un ragazzo di Pescara. Ho letto alcuni giorni fa che il Governo intende riaprire le scuole fino alle superiori.

Distinti Saluti. Andrea. SOSTIENI THEGAMETV.IT SOSTIENI L'INFORMAZIONE LIBERA E L'INTRATTENIMENTO GRATUITO SOSTIENI THEGAMETV. (TheGameTV)

La notizia riportata su altre testate

Le preoccupazioni maggiori per gli insegnanti non possono consistere soltanto nel non far copiare gli studenti e nel portare a termine il programma. In modo particolare quelli delle scuole secondarie di secondo grado (“scuole superiori” non andava più bene?). (La Rivista della Natura)

“La riapertura delle scuole secondarie superiori di secondo grado è un segnale dovuto ai nostri ragazzi, perché hanno bisogno di ritornare alla normalità”. È comunque importante riaprire, anche al 50% perché i nostri ragazzi hanno bisogno di ritornare alla normalità (Cityrumors Ascoli)

In zona arancione le lezioni si tengono in presenza fino alla classe terza delle secondarie di primo grado, superiori in presenza dal 50 al 75%. Il premier Draghi non si accontenta del rientro per pochi da mercoledì e punta alla riapertura per tutti (La Provincia di Biella)

EMERGENZA EDUCATIVA Si fa presto a dire: chiusura delle scuole

Ho letto alcuni giorni fa che il Governo intende riaprire le scuole fino alle superiori. Andrea Pimpini. ISCRIVITI al nostro canale Youtube. METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook (La Tecnica della Scuola)

Dobbiamo investire sulla scuola perché contiene “in nuce” il nostro futuro: il fiume carsico della vita passa da qui In totale una popolazione scolastica di 7.559.259 alunni di cui 259.757 affetti da una disabilità certificata, ospitati in 369.769 classi. (Il Domani d'Italia)

Mentre alcune attività, come parrucchieri, estetiste e altri esercizi commerciali, scaldano i motori in vista delle riaperture, ci attendono altre giornate all’insegna delle restrizioni. Uno spostamento concesso solo dalle 5 alle 22 a due adulti, più minori di 14 anni e persone non autosufficienti o disabili conviventi. (Centropagina)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr