Scissione M5s, nasce il gruppo dei ribelli alla Camera: chi sono i 12 deputati in fuga dal Movimento

Scissione M5s, nasce il gruppo dei ribelli alla Camera: chi sono i 12 deputati in fuga dal Movimento
Più informazioni:
Open INTERNO

La richiesta dovrebbe essere comunicata dai deputati al termine dell’esame del Milleproroghe.

Dopo il voto su Rousseau, che ha decretato la linea dell’ormai partito, ci sono state espulsioni nei confronti di chi ha votato contro nonostante l’esito.

Si chiama L’Alternativa c’è, ed è composta da 12 deputati, ai quali se ne dovrebbero aggiungere altri nelle prossime ore.

L’iscritto Alessandro Di Battista è uscito dal Movimento e altri, come i dodici nomi sopraelencati, stanno confluendo nella nuova coalizione

Dopo tante evocazioni, è nato alla Camera dei Deputati il nuovo gruppo formato dai dissidenti del Movimento 5 Stelle, che confluirà nel Misto . (Open)

Ne parlano anche altri giornali

Edmunds è anche coautore di uno dei principali studi di modellizzazione usati per convincere le masse che la vigilanza contro la Variant of Concern (VOC) B.1.1.7 dovrebbe essere la massima priorità. Edmunds è coinvolto fino al collo nel business dei vaccini. (Come Don Chisciotte)

Da in alto a sinistra, in senso orario: Emanuela Corda, Andrea Vallscas, Pino Cabras, Massimo Baroni, Andrea Colletti e Alvise Maniero. È stata costituita alla Camera la nuova componente «Alternativa c’è» composta dai cosiddetti dissidenti del M5s. (Corriere della Sera)

Ci impegneremo per dar voce alle istanze di tutti quei cittadini che non si sentono rappresentati dal Governo Draghi, ma che devono poter trovare espressione in Parlamento. “L’Alternativa c’è”: questo il nome della nuova formazione, una componente del Gruppo misto e costituita dai deputati espulsi dal Movimento 5 Stelle. (Primonumero)

Nascono i nuovi gruppi degli “ex”: al Senato torna il simbolo di Idv

Il senatore ex M5s Mattia Crucioli parla di “una riscossa popolare e democratica in tutta la nostra Repubblica” Prima con 13 deputati e poi 6 senatori, nasce una nuova componente autonoma nel gruppo Misto, che si chiamerà "Alternativa c’è”, in antitesi al motto thatcheriano “there is no alternative”. (Today.it)

È nata, infatti, una nuova componente all’interno del gruppo Misto a Montecitorio: si chiama “L’alternativa c’è” e conta 13 ex grillini, ma presto potrebbero aggiungersene degli altri. 23 febbraio 2021 a. (Liberoquotidiano.it)

Alla Camera sarà una componente del gruppo misto, al momento composta da 13 deputati. Due nuovi gruppi di ex Cinque Stelle, questa volta accomunati dal “no” alla fiducia al governo Draghi. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr