DATAVIRUS: Vaccini, se potessi avere 500 mila dosi

DATAVIRUS: Vaccini, se potessi avere 500 mila dosi
ISPIonline SALUTE

Passando al secondo trimestre, le attese di inizio anno per l’Italia ammontavano a 57,2 milioni di dosi.

Essenzialmente, l’Italia ha mancato l’obiettivo che ci eravamo prefissati perché mancano le dosi rispetto alle previsioni della vigilia.

Il grafico a inizio articolo fa il punto sulle consegne del secondo trimestre, distinguendo per singola casa farmaceutica.

Al momento, Pfizer sembra essere perfettamente in linea per ottemperare a tutti gli impegni contrattuali presi per il secondo trimestre. (ISPIonline)

Ne parlano anche altre fonti

Il numero delle dosi per casa farmaceutica è così suddiviso: 36.700 Astrazeneca, 4.900 Moderna e 3.200 Johnson&Johnson. I furgoni Sda, corriere di Poste italiane, attrezzati con speciali celle frigorifere, prenderanno in consegna anche i vaccini e procederanno alla distribuzione sul territorio regionale, raggiungendo le seguenti destinazioni finali: Crotone, Lamezia Terme, Vibo Valentia e Melito Porto Salvo. (CrotoneOK.it)

Si fa sempre più concreta l’ipotesi del via libera alla somministrazione dei vaccini AstraZeneca e Johnson&Johnson, previa scelta volontaria certificata da consenso informato, anche a chi ha meno di 60 anni. (L'HuffPost)

Pfizer. Moderna. Astrazeneca. Quali sono i rischi reali della vaccinazione? Pfizer, Moderna e Astrazeneca sono concordi su queste affermazioni, riportate sempre nella scheda informativa: '' (La Pressa)

Poste Italiane: in arrivo 44.800 vaccini in distribuzione in tutta la Calabria

Entrambi i casi, un uomo e una donna, sarebbero di età superiore ai 60 anni. ue nuovi casi di trombosi sanguigna, legati al vaccino monodose Johnson & Johnson, sono stati segnalati alle autorità americane. (Ticinonline)

AstraZeneca e Johnson&Johnson per volontari under 60. Il vaccino AstraZeneca, invece, consiste in due dosi, con la seconda che viene inoculata a tre mesi di distanza dalla prima. (Fanpage.it)

I furgoni Sda, corriere di Poste italiane, attrezzati con speciali celle frigorifere, prenderanno in consegna anche i vaccini e procederanno alla distribuzione sul territorio regionale, raggiungendo le seguenti destinazioni finali: Crotone, Lamezia Terme, Vibo Valentia e Melito Porto Salvo. (Cosenza Post)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr