Fabio Molinari e il messaggio di fine anno scolastico: "La scuola ha saputo essere resistente e resiliente"

Fabio Molinari e il messaggio di fine anno scolastico: La scuola ha saputo essere resistente e resiliente
Per saperne di più:
SondrioToday INTERNO

Il bilancio. Dopo la citazione canora, il dirigente dell'Ufficio scolastico territoriale prova a tracciare un breve bilancio dell'anno scolastico che va a concludersi.

Un anno scolastico complicato, contraddistinto da aperture, chiusure e lezioni a distanza, ma portato a termine nel miglior modo possibile, grazie all'impegno di tutte le componenti "dell'ingranaggio", dai dirigenti, agli studenti.

"Il vecchio anno scolastico è finito e davvero più di una cosa non è andata e, ancora oggi, siamo in una condizione di cauto ottimismo. (SondrioToday)

Su altri media

"Si tratta di un'attività lontana da ciò che studiano in Meccanica, ma realizzare dal nulla l'installazione è stato bello e interessante anche per loro" racconta Borando Ogni elemento utilizzato per costruirla, infatti, proviene dall'interno dell'istituto: si tratta di materiale non più utilizzato che in questo modo trova una seconda vita. (La Repubblica)

51, c.3 la cui soglia massima del resto, pur recentemente elevata a 516 euro dal DL «Sostegni» (sia pure solo fino al 31 dicembre 2021), non era e non sarebbe stata sufficiente a coprire questo tipo di spesa (L'Eco di Bergamo)

Io credo che tutti dobbiamo tornare a scuola, tutti noi che abbiamo scoperto che si può fare un lavoro a distanza. A dirlo è stato il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi durante l’iniziativa “La scuola dalla Dad al futuro” su Repubblica. (Tecnica della Scuola)

Via Paratore, i terreni incolti davanti alle scuole Salgari e Cesareo diventeranno spazi per gli studenti

Il nuovo report di Save the Children “Riscriviamo il futuro, l’impatto della povertà educativa digitale” fa luce sulle criticità generate dalla pandemia, dal lockdown e dalla didattica a distanza nelle famiglie più disagiate del Paese. (Tecnica della Scuola)

È quanto si legge nel report di Save the Children “Riscriviamo il futuro, l’impatto della povertà educativa digitale” aggiornato al 4 giugno 2021. La povertà educativa è una povertà che nessuno vede, nessuno denuncia, ma che agisce sulla capacità di ciascun ragazzo di scoprirsi e coltivare le proprie inclinazioni e il proprio talento (Tecnica della Scuola)

Il consigliere Valentina Chinnici (Avanti insieme): "Si faranno attività didattiche e ricreative. E' questo l'obiettivo dell'amministrazione comunale che, grazie all'intervento degli operai del settore Verde e Giardini, sta effettuando il diserbo e la pulizia dell'area, che nelle scorse settimane era stata persino data alle fiamme. (PalermoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr