"Mi mancavano gli amici": ripartita la scuola per 18mila alunni. Gli altri ancora a casa

Mi mancavano gli amici: ripartita la scuola per 18mila alunni. Gli altri ancora a casa
Libertà SALUTE

È una scena di “ordinaria ripartenza” quella andata in scena stamattina (7 aprile) davanti alla scuola elementare Mazzini in via Cavour.

È tornata infatti a suonare la campanella, ma solo per i più piccoli: oggi circa 18mila studenti piacentini sono rientrati nelle aule di città e provincia, la ripresa in presenza riguarda nidi, materne ed elementari fino alla prima media.

La mamma gli sistema lo zaino sulle spalle, il bambino la guarda emozionato: “Mi mancavano i miei amici”, e corre da loro. (Libertà)

Su altri giornali

"Il grande va in classe con mio figlio - spiega Rosa, che di figli ne ha tre, di 6, 12 e 14 anni - "Ho due figli di 3 ed 8 anni. (FirenzeToday)

Un traguardo parziale, ribadisce il comitato Priorità alla Scuola, "che esclude dalla festa ragazzi e ragazze delle prime e seconde medie, delle superiori e dell'università ancora costretti alla didattica a distanza-. (Redacon)

Tutti, seppure in sicurezza, vogliono ritornare a vivere la scuola, un luogo importante per il futuro dei nostri giovani Il grido di aiuto per poter ritornare in classe è stato lanciato e gli studenti sperano che venga raccolto da chi deve decidere. (Il Resto del Carlino)

Ritorno in presenza, come se fosse il primo giorno di scuola - TGR Friuli Venezia Giulia

Bologna, 7 aprile 2021 - Come il Governo ha deciso: si avvia il rientro nelle scuole (video) per gli studenti fino alla prima media anche a Bologna, nonostante la regione si trovi ancora in zona rossa. (il Resto del Carlino)

Sono quasi 85mila gli alunni tornati oggi in aula in regione, tra infanzia, elementari e prima media. Un'atmosfera da primo giorno di scuola, dopo 4 settimane di didattica a distanza. (TGR – Rai)

Un traguardo parziale, ribadisce il comitato Priorità alla Scuola, "che esclude dalla festa ragazzi e ragazze delle prime e seconde medie, delle superiori e dell'università ancora costretti alla didattica a distanza-. (Redacon)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr