Da martedì 6 aprile il Lazio torna in zona arancione: le aperture e le regole per gli spostamenti

Da martedì 6 aprile il Lazio torna in zona arancione: le aperture e le regole per gli spostamenti
Fanpage.it INTERNO

Cosa apre in zona arancione nel Lazio. Oggi, martedì 6 aprile, con l'ingresso del Lazio in zona arancione aprono negozi e centri commerciali.

Da oggi, martedì 6 aprile, il Lazio torna in zona arancione.

In zona arancione riaprono anche parrucchieri e centri estetici, mentre rimangono chiusi bar, pasticcerie e ristoranti.

In quella fascia oraria ci si può spostare solo per motivi di lavoro, salute e necessità

Le regole per gli spostamenti in zona arancione. (Fanpage.it)

Su altre fonti

È consentito recarsi presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, del proprio Comune o, in assenza di tali strutture, in Comuni limitrofi, per svolgere esclusivamente all'aperto l’attività sportiva di base, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento Riaprono quindi alcune attività al dettaglio e ci sarà la possibilità di muoversi all'interno del proprio Comune di residenza senza autocertificazione, rispettando comunque il coprifuoco dalle ore 22 alle 5. (TrevisoToday)

Torna la zona arancione dopo il lockdown di Pasqua: significa che si può circolare liberamente all’interno del proprio Comune, senza motivo e senza autocertificazione. Tuttavia si può fare la spesa e raggiungere uffici e servizi indispensabili oltre i confini comunali, per necessità o convenienza economica. (Money.it)

Rovigo, 6 aprile 2021 - Torna in tutto il Veneto la zona arancione e finalmente negozi, parrucchieri ed estetisti potranno tornare ad aprire i battenti. Regole zona rossa e arancione. (il Resto del Carlino)

CORONAVIRUS, DA DOMANI LA SICILIA TORNA IN ZONA ARANCIONE

Sono inoltre lecite in zona arancione le visite guidate svolte all'aperto Riaprono i negozi. In zona arancione tutti i negozi possono restare aperti, così come sono ammessi i mercati, sempre seguendo i protocolli previsti. (VeronaSera)

Non si può andare nella seconda casa con amici e parenti. Il decreto legge di Draghi e le regole in vigore fino al 30 aprile. Che cosa cambia dunque in Veneto nei prossimi giorni? (VicenzaToday)

Questa precisazione viene dopo alcune indiscrezioni da fonti ministeriali che ipotizzavano la convocazione della cabina entro la prossima settimana Saranno nove le regioni in zona rossa (Lombardia, Toscana, Emilia Romagna, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Puglia, Valle d’Aosta e Campania), dieci (Veneto, Marche, Lazio, Abruzzo, Liguria, Basilicata, Sicilia, Molise, Sardegna, Umbria) e le province autonome di Trento e Bolzano in arancione. (95047)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr