«L'Italia ha "varato" la ripartenza»

«L'Italia ha varato la ripartenza»
Più informazioni:
Avvenire INTERNO

L'Italia nell'ultimo anno ha dimostrato di agire da leader guidando la ripartenza del settore post pandemia, organizzando e gestendo il ritorno della crocieristica in piena sicurezza e facendo scuola con i suoi protocolli in tutto il mondo.

La ripartenza delle crociere è ripartenza anche per la cantieristica sia per i nuovi ordini che il refitting

Infine, credo. che sia anche un riconoscimento del lavoro svolto da MSC come armatore, oggi ai vertici del settore cargo e al centro di un importante progetto di crescita nel settore crociere. (Avvenire)

Ne parlano anche altre fonti

Eccolo. ***. Il ritratto di Jane da Mosto: Carlo Mion per Venetians Jane da Mosto nello scatto di Carlo Mion. Jane da Mosto è arrivata a Venezia per amore Il bellissimo scatto di Michele Gallucci in occasione della protesta contro il passaggio di una MSC in bacino San Marco. (La Nuova Venezia)

- spiega il comitato No Grandi Navi in un comunicato - Ne sono passati esattamente due da quando la Msc Opera si è schiantata contro una banchina a Venezia. Un "evento" che sarà accompagnato da una doppia manifestazione: ci sarà il comitato No grandi navi alle Zattere, dalle 16 in poi, e ci sarà Venezia Lavora in Marittima e in Riva degli Schiavoni (di fronte al Danieli). (VeneziaToday)

Dei 1700 lavoratori diretti, con la prima nave di oggi ne sono tornati al lavoro circa 200. L’imbarcazione, con a bordo 840 passeggeri, è stata «scortata» sia dai fautori delle Grandi Navi che dai loro detrattori. (Corriere della Sera)

A Venezia tornano le grandi navi e le proteste

La Msc Orchestra ha una stazza lorda di 92.409 tonnellate, una capacità massima passeggeri: 3.000 (ridotta al 70%), 1.275 cabine Ripartite anche tutte le attività legate alle navi, ancora in minima percentuale, ma è un inizio. (VeneziaToday)

Al porto di Venezia infatti è arrivata una delle navi della compagnia Msc: 92.000 tonnellate di struttura per 650 passeggeri a bordo. La decisione del Governo. Era fine marzo quando il governo Draghi aveva annunciato che avrebbe vietato alle grandi navi di attraccare nel centro storico di Venezia (Open)

Venezia ha vissuto una giornata complicata a pelo d'acqua anche a causa delle aggressioni sempre più frequenti da parte dei residenti al personale dell'Actv, l'azienda di trasporto pubblico lagunare (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr