Superga, 72 anni dopo. Cairo: "Un giorno speciale"

Superga, 72 anni dopo. Cairo: Un giorno speciale
La Gazzetta dello Sport SPORT

Il Grande Torino è un simbolo di unità nazionale che non verrà mai dimenticato.

Il ricordo — "Sono passati 72 anni anni, ma il ricordo della Tragedia di Superga è sempre vivo".

L'aereo su sui viaggiava il Grande Torino di ritorno da Lisbona si schiantò contro il terrapieno posteriore della Basilica di Superga.

Chi ama Torino ama il Grande Torino

Anche Chiara Appendino, sindaco di Torino, è intervenuta sui social: "Chi ama il calcio ama il Grande Torino. (La Gazzetta dello Sport)

La notizia riportata su altre testate

Quando ancora non esisteva la TV (figuriamoci internet.) il Toro era la squadra più forte e più famosa in tutto il mondo. Era già chiamato il “grande” Torino in quel periodo e non ci fu modo di sconfiggerlo sul campo. (Torino Granata)

Il sindaco Giuseppe Pezzanesi, con tutta l’amministrazione comunale e insieme a tanti tifosi del Torino, ha onorato le vittime di Superga con l’affetto, con la gratitudine e con il rispetto che meritano. (Cronache Maceratesi)

Una squadra che in quegli anni costituiva la quasi totalità della Nazionale italiana, forte di giocatori come Valerio Bacigalupo e il capitano Valentino Mazzola. Tanti i record battuti, come quello del maggior numero di partite casalinghe senza sconfitte al Filadelfia, 88 in tutto. (Juventus News 24)

L'allenatore Erbstein dal Cagliari al Grande Torino | Cagliari

Il gol di Vojvoda al Parma può cambiare la stagione granata, per commentare la prestazione del terzino ai nostri (Torino Granata)

Il gol di Vojvoda al Parma può cambiare la stagione granata, per commentare la prestazione del terzino ai nostri (Torino Granata)

Morirono 31 persone, tutti i fenomeni del Grande Torino e lo staff. Tra questi c’era anche un volto noto del Cagliari, Ernő Egri Erbstein, di cui vi vogliamo raccontare la storia. (vistanet)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr