Vaccino anti Covid-19 in Veneto: almeno una dose per l'80% dei sessantenni e per oltre il 60% dei cinquantenni

Vaccino anti Covid-19 in Veneto: almeno una dose per l'80% dei sessantenni e per oltre il 60% dei cinquantenni
VeronaSera SALUTE

In provincia di Verona, tra Ulss 9 Scaligera e Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata, martedì sono stati somministrati 5266 vaccini, per un totale di 563264

La campagna ha visto oltre 42 mila dosi inoculate nella giornata di martedì e diventano dunque oltre 86 mila quella utilizzate in questo inizio di settimana.

In Veneto fino ad ora è stato utilizzato il 92,1% delle forniture per vaccinare con almeno una dose il 43,6% (2129164) della popolazione residente e il 20,5% (1002101) con il richiamo. (VeronaSera)

Se ne è parlato anche su altre testate

Come prenotare la seconda dose del vaccino. Le modalità di prenotazione della seconda dose sono le stesse della prima L'appuntamento per la seconda dose, dunque, verrà scelto in base alla disponibilità del paziente e della sede vaccinale. (Fanpage.it)

Il progetto prevede innanzitutto il coinvolgimento dei medici di famiglia, gli unici autorizzati a vedere se i pazienti sono già vaccinati o meno. Potranno contattare gli over 60 che risultano ancora «scoperti» contro il Covid, provare a capirne i motivi e invitarli a prenotare l’iniezione (Corriere Milano)

Un pronunciamento per la fascia dei più piccoli, tra 6 mesi e 2 anni, è invece "attesa nel quarto trimestre" dell'anno, quindi tra ottobre e dicembre. Vaccini ai bambini, l'OMS: "Prima agli adulti nei paesi poveri". (Fanpage.it)

Al via le vaccinazioni nelle farmacie comunali fiorentine

Tutte le informazioni e i documenti utili sono sul sito delle farmacie comunali https://www. “Le nostre farmacie comunali sono sempre state fondamentali sul territorio - ha detto l’assessore Sara Funaro -. (FirenzeToday)

Così Vincenzo Santagada, presidente dell'ordine dei farmacisti della provincia di Napoli, annuncia la bandiera verde ai farmacisti che da domani entrano a pieno titolo nella somministrazione dei vaccini. (La Repubblica)

Almeno per i migranti irregolari: le somministrazioni delle dosi ai senza fissa dimora sono iniziate lunedì 7 giugno in Lombardia che può contare anche sull'aiuto della associazioni. (Fanpage)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr