Una bomba ad orologeria minaccia la Cina: rischio molto più grande di Evergrande

Una bomba ad orologeria minaccia la Cina: rischio molto più grande di Evergrande
Sputnik Italia ECONOMIA

https://it.sputniknews.com/20210928/una-bomba-ad-orologeria-minaccia-la-cina-rischio-molto-piu-grande-di-evergrande-13098430.html. Una bomba ad orologeria minaccia la Cina: rischio molto più grande di Evergrande. Una bomba ad orologeria minaccia la Cina: rischio molto più grande di Evergrande. La Cina sta vivendo una crisi energetica per la carenza di carbone, tanto che alcune fabbriche hanno dovuto interrompere la loro produzione, comprese quelle. (Sputnik Italia)

Ne parlano anche altri giornali

“Il problema di liquidità della società ha avuto un impatto negativo e materiale su Shengjing Bank. Il colosso immobiliare cinese Evergrande, a rischio default per l’enorme quantità di debito accumulato, prova a raggranellare fondi per evitare la bancarotta. (Wall Street Italia)

La mossa ha fatto respirare il titolo sulla Borsa di Hong Kong, ma il +14% registrato è quasi niente rispetto al -80% bruciato da febbraio. Come riporta il Corriere della Sera, il gigante dell’immobiliare cinese ha venduto una partecipazione azionaria valutata in 10 miliardi di yuan (1,3 miliardi di euro) che deteneva nella Shengjing Bank a un gruppo finanziario statale. (Calcio e Finanza)

Da diversi anni il governo cinese ha cominciato ad applicare un processo di “normalizzazione” nei rapporti fiscali con i cittadini. La domanda generale è quali saranno le conseguenze per il resto del mondo della Finanza (Il Fatto Quotidiano)

Cina chiede a società statali di rilevare asset Evergrande - fonti Da Reuters

UBS. UBS è uno dei maggiori detentori del debito Evergrande, in particolare nei suoi fondi obbligazionari a termine domiciliati a Taiwan. Il gruppo finanziario londinese prevede un certo livello di contagio del mercato, ma non teme per il momento un effetto domino sull'intero settore immobiliare cinese (Morningstar)

A seguito della cessione, che dovrà essere approvata dalle autorità competenti, la quota di Evergrande nella banca si abbasserebbe al 14,6%. Un intervento che segue quello del 7 settembre scorso quando il giudizio era sceso da CCC+ a CC, ma nel frattempo la crisi del gruppo immobiliare cinese si è aggravata. (Milano Finanza)

Bandiere cinesi vicino al logo del China Evergrande Group all'Evergrande Center di Shanghai, Cina, 24 settembre 2021. Una manciata di imprese controllate dal governo ha già svolto la 'due diligence' su asset nella città di Guangzhou, secondo una fonte (Investing.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr