Emergenza rifiuti, Ato Crotone: ordinanza per smaltire nella discarica Sovreco

Emergenza rifiuti, Ato Crotone: ordinanza per smaltire nella discarica Sovreco
Il Crotonese INTERNO

A tale riguardo si sta predisponendo una ordinanza contingibile e urgente per il conferimento dei rifiuti

Nel corso della conferenza dei sindaci, svolta sempre davanti all’impianto di smaltimento dei rifiuti di località Columbra, è stato proposto di utilizzare la discarica per rifiuti non pericolosi di Columbra (l’ordinanza regionale prevede di utilizzare quella per rifiuti pericolosi) per poter ripulire le strade invase dai rifiuti ormai da settimane. (Il Crotonese)

Se ne è parlato anche su altre testate

Niente siti idonei a discarica nel Comune di Roma e zone al 90% rosse in provincia. E inoltre: «Le mappe hanno confermato che il sito attuale che riceve rifiuti inerti (edili, ndr) non è autorizzato al materiale proveniente dai Tmb e la distanza dalle abitazioni è 600 metri, mentre dalle scuole di soli 700». (Corriere Roma)

Il costo fissato per lo smaltimento presso il privato è di 105 euro a tonnellata. L’emissione del provvedimento era stata anticipata ieri al termine dell’assemblea dei sindaci dell’Ato rifiuti che si è tenuta presso la discarica privata di Sovreco e ribadita nel corso della riunione del Consiglio comunale. (Il Crotonese)

Aggiunge il consigliere di minoranza: «È da tempo che i residenti di via dello Stadio chiedono una telecamera, in questa zona avrebbe senso anche perché parliamo di un’area di sosta vicina a due importanti strutture sportive». (Il Messaggero Veneto)

Casa abbandonata diventa una discarica: gli incivili scaricano di tutto

Soltanto alle 10 di lunedì mattina, Congesi il consorzio che a Crotone si occupa della gestione del servizio idrico integrato, ha messo a disposizione dei cittadini un’autobotte, nel quartiere di Farina. (Gazzetta del Sud - Edizione Catanzaro, Crotone, Vibo)

L'"insalata russa" è servita. Spiagge italiane piene di rifiuti: i numeri preoccupanti del rapporto Legambiente (La Repubblica)

Quella casa ha avuto la sola sfortuna di essere stata abbandonata troppo presto: certo, l'infelice posizione (praticamente aipiedi diuna pareterocciosa e in una zona dal perenne destino agricolo e pastorale), è stata determinante nella decisione presa dagli occupanti dell'epoca, ma questo non giustifica che deve essere trasformata in discarica da persone che reputano più vantaggioso sfidare la maleducazione che recarsi presso un'isola ecologica e disfarsi di cose non più utilizzabili. (ciociariaoggi.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr