Coronavirus, il principe Carlo positivo: forse contagiato da Alberto di Monaco. Caprarica: «Preoccupazione a corte, per William prove da re»

Coronavirus, il principe Carlo positivo: forse contagiato da Alberto di Monaco. Caprarica: «Preoccupazione a corte, per William prove da re»
Leggo.it Leggo.it (Esteri)

«Inevitabile, la Regina compirà 94 il 21 aprile, il principe Filippo ne compirà 99.

Il principe Carlo d’Inghilterra, 71 anni, è positivo al coronavirs, “in forma lieve, ma per il resto è in buona salute”.

Se ne è parlato anche su altri giornali

Un portavoce della Clarence House ha dichiarato: «Il Principe di Galles è risultato positivo al Coronavirus. Carlo è stato contagiato da Albert. Charles si è ammalato solo quindici giorni dopo aver incontrato il Principe Albert di Monaco, colpito anch’esso dal coronavirus. (Luxgallery)

Il contagio di Carlo è preoccupante in una persona di 71 anni, ma i sintomi sono lievi e Camilla non è contagiata. Nel video ufficiale spunta un dettaglio mai visto prima. Chiusi nella loro villa da miliardari in Canada, Harry e Meghan devono essere un po’ nervosi. (La Stampa)

Di seguito, il tweet originale di Sky News Breaking:. A Clarence House spokesman says the Prince of Wales has tested positive for COVID-19 and has "been displaying mild symptoms but otherwise remains in good health" adding the Duchess of Cornwall has also been tested but does not have the virus — Sky News Breaking (@SkyNewsBreak) March 25, 2020 (Pagine Romaniste)

L’erede al trono d’Inghilterra è risultato positivo al tampone a cui è stato sottoposto dopo aver accusato i sintomi tipici della malattia. Lo stesso portavoce della casa Reale ha spiegato che al momento "non è possibile accertare da chi il principe abbia preso il virus". (Fanpage.it)

William è terzo in linea di successione al trono e tutto lascia pensare che, nelle prossime settimane, avrà un ruolo di primo piano. Data la situazione, Buckingham Palace ha un piano per gestire la situazione: sarà infatti il principe William, primogenito di Carlo, a sostituire la regina e il padre negli impegni reali: data la sua giovane età, sarebbe comunque meno a rischio. (Il Messaggero)

E così, d'emblée, il discorso alla nazione di Her Majesty previsto "nelle prossime settimane" diventa una priorità. The Queen, infatti, ha parlato al suo popolo in tre occasioni: nel 1991 durante la Guerra del Golfo, nel 1997 dopo la morte di Lady Diana e nel 2002 alla vigilia del funerale della madre. (elle.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti