Divina Liturgia, il Papa: chi ha la croce nel cuore non vede nessuno come nemico

Divina Liturgia, il Papa: chi ha la croce nel cuore non vede nessuno come nemico
Più informazioni:
Vatican News ESTERI

Il testimone della croce non ricorda i torti del passato e non si lamenta del presente.

Questa è la prima Divina Liturgia bizantina di San Giovanni Crisostomo ad essere presieduta da un Papa in Slovacchia.

Vede Gesù in croce, un innocente ucciso brutalmente

E poiché la Slovacchia orientale è etnicamente mista, ci saranno anche alcune preghiere in lingua rutena, altre in ucraino, ungherese e rom. (Vatican News)

La notizia riportata su altre testate

È il doppio consiglio del Papa ai giovani slovacchi, incontrati oggi nello Stadio Lokomotiva di Kosice. “Ognuno è un dono e può fare della vita un dono. (Corriere Cesenate)

Oggi il Papa si trasferisce in auto di primo mattino al Santuario Nazionale di Sastin, 71 chilometri a Nord di Bratislava, nella regione di Trnava. Il 10 novembre 1732 la statua venne dichiarata miracolosa. (Cronachedi.it - Il quotidiano online di informazione indipendente)

Così Papa Francesco nella Cattedrale di San Martino dove ha incontrato i vescovi, i sacerdoti, i religiosi, le religiose, i seminaristi e i catechisti "No a colonizzazioni ideologiche e individulismo" Papa in Slovacchia: "Europa mostri solidarietà, tornerà al centro del mondo" "Pensiamo ai poveri fedeli, che devono ascoltare omelie anche di 50 minuti su argomenti che non capiscono. (Rai News)

Il discorso storico di Papa Francesco che ricorda Giovanni Paolo II: ‘Sognate senza paura…’

Chi accoglie Cristo e si apre a Lui risorge; chi lo rifiuta si chiude nel buio e rovina sé stesso. Non si tratta – ha proseguito – di essere ostili al mondo, ma di essere ‘segni di contraddizione’ nel mondo (askanews)

Messa conclusiva del viaggio. Ultimo giorno del viaggio in Slovacchia per Papa Francesco, che ha pregato con i vescovi nel Santuario nazionale slovacco di Sastin, prima di celebrare la messa per concludere la sua visita nel Paese. (LaPresse)

Amici, non banalizziamo l’amore, perché l’amore non è solo emozione e sentimento, questo semmai è l’inizio. Non i peccati, che non ci sono più, ma il perdono che Dio ti ha regalato, la carezza di Dio Padre. (Papaboys 3.0)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr