Vaccini Over 55, Ciacciarelli (Lega): "Medici di base lasciati allo sbando dalla Regione Lazio"

Vaccini Over 55, Ciacciarelli (Lega): Medici di base lasciati allo sbando dalla Regione Lazio
PPN - Prima Pagina News SALUTE

In tanti si chiedono, ad esempio, come mai ora il vaccino AstraZeneca sia somministrabile anche a chi ha 65 anni".Il vaccino AstraZeneca, inizialmente riservato solo agli under 55, è stato autorizzato recentemente dall'Aifa per la fascia d'età compresa tra i 55 e i 65 anni.

I contagi sono in risalita in tutto il Lazio, in questa fase - conclude il consigliere Ciacciarelli - occorre competenza e celerità"

Sull'argomento è intervenuto, con una nota il consigliere regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli (Lega). (PPN - Prima Pagina News)

Ne parlano anche altre fonti

Anche i medici di famiglia parteciperanno alla campagna di vaccinazione anti Covid-19 in Valle d'Aosta. Lo prevede un accordo integrativo che oggi è stato recepito dalla Giunta regionale. (Valledaostaglocal.it)

Ringrazio sia il ministro Speranza che le organizzazioni di rappresentanza dei medici di medicina generale per il positivo lavoro svolto. Si tratta di una cornice nazionale che vede il coinvolgimento diretto dei medici di medicina generale e che poi dovrà essere coniugata a livello regionale sia in base alle fasce della popolazione da vaccinare che alla definita logistica di conservazione dei vaccini. (agenpress.it)

Un contributo rilevante arriverà dai medici di famiglia. Mezzo milione di vaccini al giorno con l’obiettivo di essere Covid free entro l’estate. Un contributo rilevante arriverà dai medici di famiglia, che hanno siglato l’intesa con governo e Regioni per la partecipazione dei medici di base alla campagna vaccinale anti-Covid. (LaPresse)

Vaccini Covid-19, pronti 35mila medici di famiglia

Da loro passerà proprio la somministrazione del vaccino AstraZeneca, che non necessita della catena del freddo Quarantamila medici di famiglia in campo per somministrare il vaccino AstraZeneca agli under 65, ma senza le rigide limitazioni della successione delle classi di età che potrebbero rallentare le operazioni. (Il Mattino)

Le iniziative delle Regioni. I medici di famiglia erano già stati coinvolti dalle singole Regioni nelle settimane precedenti all’accordo «Ciò, ovviamente, avendo a disposizione le dosi di vaccino e sulla base di accordi regionali già presenti o che verranno a breve definiti». (Open)

https://www.facebook.com/robersperanza/posts/5116225825116586. Di sicuro l’intervento anche dei medici di base potrà velocizzare il processo di immunizzazione della popolazione italiana, sperando che possano arrivare sempre più vaccini (Benessereblog)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr