L'Aquila e la sua ricostruzione, 12 anni dopo: il viaggio

L'Aquila e la sua ricostruzione, 12 anni dopo: il viaggio
Il Capoluogo INTERNO

6 aprile 2021, L’Aquila e la sua ricostruzione. 6 aprile 2021, dodici anni dal terremoto dell’Aquila.

Dodici anni di ricostruzione a L’Aquila e cratere, migliaia di imprese arrivate da ogni parte d’Italia e 10mila operai impiegati dal 2009 ad oggi.

Abbiamo ripercorso i passi compiuti a L’Aquila e Cratere con il Presidente Ance L’Aquila, Adolfo Cicchetti.

Quanti anni dal vero inizio della ricostruzione a L’Aquila e Cratere?

In 12 anni com’è cambiato un cantiere tipo della ricostruzione, sia a livello organizzativo che di strumentazioni tecnologiche o modalità operative utilizzate?

(Il Capoluogo)

Ne parlano anche altre fonti

Nel capoluogo, infatti, ormai moltissimi hanno ripreso possesso delle loro abitazioni, visto che sono ormai concluse più di 28mila pratiche e sono in fase istruttoria le ultime 1.100 che dovrebbero vedere la luce entro il 2021. (Avvenire)

2009 – Violento terremoto in Abruzzo, avvertito in tutto il centro Italia; devastati L’Aquila e buona parte dei paesi vicini. Santo del giorno: oggi si celebra San Pietro da Verona protettore dei domenicani e degli inquisitori, dei calzolai, dei commercianti di tessuti e dei fabbricanti di birra. (TrevisoToday)

“Nessuno di noi può e deve dimenticare”, ha scritto su Twitter il sindaco Pierluigi Biondi, “ma negli occhi dei nostri ragazzi leggiamo un nuovo racconto. Nella notte tra il 5 e il 6 aprile 2009 una scossa di terremoto di 5.8 gradi localizzata a pochi chilometri da L’Aquila, causò 309 vittime e 1900 feriti. (Il Fatto Quotidiano)

Marsilio ricorda il terremoto dell’Aquila: “La casa dello studente è uno dei simboli più dolorosi”

Le 309 vittime sono state ricordate con migliaia di fiammelle accese alle finestre. Dal 6 aprile in poi si susseguono oltre 35mila scosse, una ogni due minuti e mezzo (Il Sole 24 ORE)

Oltre a loro l’Amministrazione comunale ha voluto essere vicino alla dottoressa Fabiola Tamburro, vastese d’adozione, che nel terremoto del 2009 ha perso il padre Marino, la sorella Giuliana e il nipotino Stefano Antonini. (Vasto Web)

Subito dopo, Marsilio ha raggiunto il Parco della Memoria di Piazzale Paoli E ancora: “Tutto questo ci aiuta a sperare nonostante un anno di pandemia che ha aggravato una situazione socio economica già difficile da affrontare. (IlPescara)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr