Taiwan risponde a Xi Jinping: “Non ci piegheremo alle pressioni di Pechino”

Taiwan risponde a Xi Jinping: “Non ci piegheremo alle pressioni di Pechino”
Corriere Delle Alpi ESTERI

«Il percorso che la Cina ha tracciato non offre né uno stile di vita libero e democratico per Taiwan, né la sovranità per i nostri 23 milioni di abitanti», ha detto la leader

Tsai nel suo discorso ha sottolineato come la «vibrante democrazia dell'isola» sia in contrasto con lo «Stato comunista profondamente autoritario e a partito unico di Pechino».

Un messaggio a Pechino il cui leader Xi Jinping ha affermato sabato che la riunificazione della Cina verrà realizzata. (Corriere Delle Alpi)

La notizia riportata su altre testate

“Coloro che dimenticano la loro eredità, tradiscono la loro madrepatria e cercano di dividere il Paese non andranno a buon fine”, ha detto Xi. In risposta, Tsai ha replicato che “non ci dovrebbero essere assolutamente illusioni che il popolo taiwanese si piegherà alle pressioni” (Agenpress)

La stessa condizione che il governo di Taiwan intende difendere, mantenendo relazioni economiche con la Cina continentale, ma conservando le proprie istituzioni che negli ultimi venti anni si sono via via democratizzate. (TIMgate)

Tsai nel suo discorso ha sottolineato come la “vibrante democrazia dell’isola” sia in contrasto con lo “stato comunista profondamente autoritario e a partito unico di Pechino”. “Il percorso che la Cina ha tracciato non offre né uno stile di vita libero e democratico per Taiwan, né la sovranità per i nostri 23 milioni di abitanti”, ha detto la leader (LaPresse)

TAIWAN NON SI PIEGA ALLA CINA | Tg News 24

E poi Taiwan, in occasione della Giornata nazionale, ha mostrato i muscoli in parata: una gamma di armi tra cui lanciamissili e veicoli corazzati, aerei da combattimento ed elicotteri (F-16, Indigenous Defense Fighters e Mirage 2000). (askanews)

Una guardia d’onore militare partecipa alle celebrazioni della Giornata Nazionale di fronte all’edificio presidenziale a Taipei, Taiwan, domenica 10 ottobre 2021 [Chiang Ying-ying/ AP]. Una donna tiene e indossa la bandiera nazionale di Taiwan durante le celebrazioni della Giornata Nazionale di fronte all’edificio presidenziale a Taipei, Taiwan, domenica 10 ottobre 2021. (La Tribuna Sammarinese)

«A Washington, Tokyo, Canberra e Bruxelles, Taiwan non è più ai margini, con sempre più amici democratici disposti a difenderci. Pechino non la prende bene e in serata ribadisce che «Taiwan è parte della Cina e deve essere riunificata. (TGNEWS24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr