Prato: un arresto per l'omicidio in strada, si stringe il cerchio sul complice

LiberoQuotidiano.it SALUTE

Anche se sono ancora in corso le ricerche, si sta stringendo il cerchio sul secondo uomo che avrebbe preso parte all'omicidio.

L'uomo è stato fermato con l'accusa di omicidio volontario in concorso e portato nel carcere di Prato.

Gli investigatori del comando provinciale dell'Arma conosco l'identità del complice: anch'egli sarebbe un fiorentino, che si sarebbe dovuto trovare agli arresti domiciliari. (LiberoQuotidiano.it)

Su altri giornali

I presunti killer, entrambi fiorentini, poi sono fuggiti su un’auto che avevano parcheggiato nella vicina via Petrarca. I due sospettati sono residenti a Firenze nel quartiere popolare dell’Isolotto dove anche la vittima aveva vissuto ed era molto conosciuto (Corriere della Sera)

Stamani, nel corso dell’interrogatorio di garanzia, l’imbianchino fermato 12 ore dopo l’omicidio, si è avvalso della facoltà di non rispondere. I difensori del 39enne hanno chiesto al giudice di modificare la misura cautelare dall’arresto in carcere – dove l’imbianchino si trova tuttora – ai domiciliari (tvprato.it)

Per quest'ultimo reato il ricercato era stato condannato in via definitiva per 20 anni L'uomo, di professione imbianchino, giovedì era insieme al presunto assassino di Gianni Avvisato, il personal trainer di 38 anni ucciso giorni fa sulla porta di casa con un colpo di pistola. (Toscana Media News)

Le indagini dei carabinieri, coordinate dal pm Petrocchi, sono partite dalle testimonianze dei vicini che hanno visto allontanarsi, prima a piedi e poi a bordo di un’auto, due uomini. Un uomo è stato fermato dai carabinieri per l’omicidio di Gianni Avvisato, il 38enne ucciso ieri pomeriggio con un colpo di pistola a bruciapelo sulla soglia della sua abitazione a Comeana. (tvprato.it)

Sul posto sono arrivati i carabinieri, che stanno conducendo le indagini, cercando di ricostruire la dinamica dei fatti, con l’aiuto dei militari della sezione scientifica. Mentre i carabinieri stanno dando la caccia ai due killer, si cerca di capire anche il movente dell’omicidio (Zoom24.it)

Il fermato, che comparirà di fronte al gip per la convalida nei prossimi giorni, è stato interrogato nella caserma dei carabinieri fino alle sei del mattino confermando che Marrucci era insieme a lui quando si è presentato a casa di Gianni Avvisato Potrebbe essere la conferma che a sparare è stato Stefano Marrucci, 53 anni, pregiudicato con una condanna per omicidio, a cui i militari dell’Arma pratese stanno dando la caccia dalla notte di mercoledì. (La Nazione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr