Stellantis chiude la Maserati di Grugliasco: la reazione dei sindacati - AlfaVirtualClub

AlfaVirtualClub ECONOMIA

Nel corso dei prossimi anni, la gamma potrebbe essere ulteriormente espansa con nuovi modelli in grado di garantire un potenziamento delle attività

In particolare, è in programma il debutto della nuova generazione di Quattroporte (attualmente in produzione a Grugliasco assieme alla Ghibli che non avrà una nuova generazione).

Nello stabilimento torinese verranno realizzati quattro modelli Maserati di nuova generazione. (AlfaVirtualClub)

Su altri media

Per Edi Lazzi segretario generale della FIOM CGIL di Torino «è un’altra mazzata per l’economia di Torino. Il segretario della Fim Cisl di Torino Davide Provenzano sottolinea che “abbiamo chiesto che nel trasferimento da Grugliasco a Mirafiori si salvaguardino le professionalità acquisite negli anni dagli addetti di Maserati (Lineaitaliapiemonte.it)

Sia chiaro che né questa né la prossima amministrazione, se saremo noi a guidarla, consentirà alcun cambio di destinazione d’uso per quell’area, che vanta tradizione e posizione che devono rimanere produttive” Lo spostamento della produzione rischia di avere ripercussioni sulla città, non possiamo permetterlo – dichiara Dario Lorenzoni segretario Pd Grugliasco– . (Nuova Società)

“Siamo e saremo sempre vigili sulla vicenda Maserati. Sia chiaro che né questa né la prossima amministrazione, se saremo noi a guidarla, consentirà alcun cambio di destinazione d’uso per quell’area, che vanta tradizione e posizione che devono rimanere produttive” (Il Torinese)

Nello stabilimento di Grugliasco resteranno fino al 2024 un centinaio di lavoratori della lastratura. Prossimo appuntamento martedì 19 ottobre, quando i lavoratori rientreranno al lavoro appendendo bandiere italiane ai cancelli per sottolineare la volontà e la necessità che la parte italiana della multinazionale sia salvaguardata. (Lineaitaliapiemonte.it)

Quello di Mirafiori dove sarà trasferita la produzione di Grugliasco entro fine anno. Entro fine anno saranno trasferite le verniciature e le linee, ad iniziare dalla Ghibli e dalla Quattroporte, e progressivamente i 1.100 addetti. (Alessandria Oggi)

Tempo di lettura: (Mole24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr