IN NORVEGIA HA VINTO LA SINISTRA… | Tg News 24

TGNEWS24 ESTERI

In ogni caso le dimensioni della vittoria di Støre hanno riacceso le speranze dell’intera sinistra europea che da anni sembrava aver smarrito persino il senso della propria esistenza

Così anche se porterà con sé al governo altri partiti desiderosi di coalizzarsi con lui, non dovrà subire i loro condizionamenti.

«Miracoli e sorprese della sinistra europea: si riparte da Støre.

Sponsor by. Poalo Mieli sul Corriere della Sera parte dall’inaspettata vittoria della sinistra in Norvegia per passare alla possibile vittoria del socialdemocratico Scholz in Germania e così arrivare ai sondaggi che sono lusinghieri per il Pd in Italia alle prossime amministrative. (TGNEWS24)

Se ne è parlato anche su altre testate

Si prevede che i cinque partiti di opposizione vincano 104 dei 169 seggi allo Storting, il parlamento unicamerale norvegese, abbastanza per estromettere la coalizione di destra conservatrice di Erna Solberg, come mostrano le proiezioni. (Bluewin)

Basta guardare pochi dati per comprendere l’importanza della questione energetica nel Paese scandinavo, che fa ampio uno delle energie alternative. Il centrosinistra vince ampiamente le elezioni e non avrà bisogno di compromessi con l’estrema sinistra per formare il nuovo Governo. (Kongnews)

La Sinistra Socialista è emersa come la quinta forza più forte grazie ai guadagni, mentre quattro partiti più piccoli erano appena sopra o sotto la soglia del quattro per cento Secondo le aspettative, il partito laburista ha vinto il maggior numero di voti alle elezioni parlamentari, nonostante le perdite. (Calcio .video)

E in Italia c’è l’ipotesi di una vittoria almeno nelle grandi città. Illustrazione di Doriano Solinas. Miracoli e sorprese della sinistra europea: si riparte da Støre. Støre ha ottenuto una vittoria ben più ampia di quella che gli assegnavano le rilevazioni demoscopiche. (Corriere della Sera)

Prima, ministro degli Esteri dal 2005 al 2012, poi ministro della Salute, sempre sotto il governo di Jens Stoltenberg. Queste le parole del nuovo primo ministro norvegese, che prende il posto di Erna Solberg, primo ministro dal 2013. (Newsby)

A differenza dei laburisti però, i due partiti condividono un certo euroscetticismo e hanno promesso di rinegoziare l’adesione della Norvegia allo Spazio Economico Europeo. “Come partito vincitore, ci assicureremo che la Norvegia abbia un nuovo governo e un nuovo corso. (EuNews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr