Spyware Pegasus, intercettato anche Romano Prodi (oltre a Macron)

Spyware Pegasus, intercettato anche Romano Prodi (oltre a Macron)
Gazzetta di Parma ESTERI

C'è anche il nome di Romano Prodi tra quello dei politici i cui telefoni sono stati probabilmente intercettati tramite lo spyware Pegasus della società israeliana Nso.

Prodi non è il solo politico probabilmente intercettato.

Tra di essi anche tre presidenti - tra i quali Emmanuel Macron - dieci primi ministri e un re, quello del Marocco

Secondo quanto riporta il Washington Post, infatti, il numero del cellulare personale di Prodi compare nella lista dei 50mila che sarebbero stati intercettati da vari Stati attraverso il software israeliano. (Gazzetta di Parma)

Se ne è parlato anche su altre testate

Il nome di Prodi potrebbe essere legato alla sua nomina, nel 2012, a inviato speciale dell'Onu per il Sahel. Figura anche il nome di Romano Prodi tra i bersagli del presunto spionaggio Pegasus. (La Sentinella del Canavese)

La presenza del professor Prodi non è passata inosservata e diversi turisti si sono fatti dei selfie con lui sempre molto disponibile (Il Cittadino di Recanati)

Romano Prodi ospite di WE Marche "tradisce" la mortadella bolognese per il ciauscolo marchigiano. RECANATI - L'ex premier Romando Prodi, in vacanza sulla Riviera del Conero, ha visitato con la moglie, accompagnato da diversi nipoti, la città di Recanati ed i luoghi leopardiani. (Il Cittadino di Recanati)

Romano Prodi spiato da Pegasus: «Non sono sorpreso ma vorrei sapere da chi»

Macron è una delle personalità più importanti del mondo, non è solo il presidente di un grande paese come la Francia. Oltre 180 giornalisti d’inchiesta, politici come Romano Prodi, capi di Stato come Emmanuel Macron, attivisti per i diritti umani spiati tramite intercettazioni telefoniche. (Il Sussidiario.net)

Noi invitiamo i Paesi buoni in tutto il mondo a unire le forze con noi per creare una difesa internet globale". Il giornale americano riporta che ieri Prodi è stato contattato al numero che figura nella lista (Rai News)

Il suo telefonino potrebbe essere stato obiettivo dei servizi segreti del Marocco perché nel 2012 Prodi era stato inviato speciale dell’Onu nel Sahel. La novità di questa serie di rivelazioni è il carattere sistematico e su larga scala dell’attività di spionaggio (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr